VAT 4956 = 38° di Nabucodonosor II
printprintFacebook

Annunci per i visitatori
Questo Forum informa su storia-archeologia-astronomia e bibbia relative al periodo Neo-Babilonese (669bc-523bc). Dimostra che Gerusalemme fu distrutta nel 607 a.E.V. e non nel 587bc attualmente accreditato.
 
Previous page | 1 | Next page
Facebook  

Informazioni aggiuntive utili sulla ricerca Neo-Babilonese

Last Update: 2/14/2019 11:10 AM
Author
Vote | Print | Email Notification    
11/19/2011 7:52 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
supporto secondario per la ricerca presentata nel Libro.

In Questo Thread, inserisco eventuali o ulteriori informazioni sulla completata e "semplificata (per quanto sia possibile)" ricerca sulla reale data di osservazione del reperto archeologico noto come: "VAT 4956" e di ciò che tale precisa e diversa datazione stimata al diverso e (vero) 38° anno di Nabucodonosor II comporta in senso storico, archeologico e astronomico, oltre che biblico.
Inoltre, sarà qui riassunto come le informazioni storiche della Bibbia abbiano avuto un ruolo determinante nel definire e riconoscere i veri tempi regnati e i relativi eventi occorsi.

Le precedenti informazioni inserite in questo forum sono state provvisoriamente disattivate in quanto non sarebbero più aggiornate con la ricerca che è ora definitivamente conclusa (e non so se riuscirò ad aggiornarle tutte), essendo ormai "stato dimostrato" che il VAT 4956 fu osservato a partire dal secolare giorno 22 Aprile del 587 a.e.v. e fino al Marzo/aprile del 586 a.e.v. (-0586/-0585 astronomici), e durante il 38° anno ufficiale del regno di Nabucodonosor II su Babilonia iniziato appunto proprio dal giorno 22 Aprile del 587 a.e.v.

Si prega perciò di riferire eventuali critiche al lavoro di monseppe, basandosi solo su queste informazioni aggiornate o su quelle del libro "La Ragione della Bibbia", e non sulle vecchie informazioni precedentemente messe anni addietro nel Web in questo forum, le quali, seppure valide, erano presentate in modo decisamente più difficile da seguire.

E' un lavoro decisamente difficile, quello di presentare in modo semplice e succinto ciò che nel tempo è stato reso difficile e complesso. Questo "compendio" mi sta richiedendo notevoli sforzi e tempo ora, alla mia avanzata età. Capirete meglio quando sarà presentato o reso disponibile pure il libro definitivo e aggiornato al 2019.

Non so se o quando sarà stampato il libro aggiornato. E' cosa che non dipende da me. Ora è un volume di 656 pagine, e ha tutte le risposte al problema di quel periodo storico; incluso come fu scambiato in 37° anno quello che era il vero 38° anno del re Nabucodonosor II.

La possibile ristampa del libro aggiornato è stata affidata a Azzurra7; al presente, il sito web dell'editore è in fase di aggiornamento.
Se lo stamperà, ci sarà appunto un libretto di circa 200 pagine che tratterà più specificamente i problemi della cronologia neo-babilonese per il periodo da me esaminato.

L'amministratore unico,

monseppe2
[Edited by monseppe2 2/13/2019 8:33 AM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
1/10/2018 6:05 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
(1) - Il problema della cronologia Neo-Babilonese.

Quando si deve riferire la storia antica di uno specifico periodo, come quello Neo-Babilonese qui considerato, ci si può basare su testimonianze tramandate e/o su documentazioni storiche e archeologiche che siano state trovate nel frattempo.

Per ciò che riguarda un antico reperto archeologico, invece, una volta tradotto dovutamente e definito nel suo periodo e nel suo testo, esso fa parte di documentazioni in quanto tali. Il suo contenuto può essere sia veritiero ed accurato, come può essere mendace, incompleto o di difficile comprensione. Resterà però sempre un importante "reperto; storico, astronomico commerciale, letterale, o amministrativo che sia".

L'importanza delle informazioni che siano trovate in un reperto antico, è prevalentemente definita dal numero delle persone alle quali essa possa interessare; oppure, può essere importante per i principi, insegnamenti e informazioni registrate che vi siano trasmessi. Nel caso di un puro senso scientifico, tale informazione diventa solo "catalogata".

Trovare, per esempio, un reperto dove sia stata registrata solo l'informazione: "2 + 2 = 4" una volta definita l'epoca nella quale fu scritto o inciso, fa solo comprendere che chi lo compose in quel tempo sapeva scrivere e fare di conto, ma ben poco di più.

Fra le informazioni di carattere etico, religioso, storico e documentale che siano oggi comunemente disponibili, un libro ha avuto una sorta di diffusione preminente su tutte le altre. E' la Bibbia. Fino a che punto essa, nei secoli, si è mostrata verace, utile e informativa? Dipende spesso, e purtroppo, da l'apprezzamento di chi la leggerà. Per alcuni essa può essere priva di valore; una sorta di fantastico romanzo. Per altri può essere perfino una guida importantissima per la propria vita.

In che modo, le antiche testimonianze di un antico popolo come quello ebraico (oggi ricomposte in un unico libro, che è completato da circa 66 parti scritte e tramandate nei secoli passati), si mostreranno affidabili, veraci e utili per chi le esamina?
Si mostrerà la storia che è narrata nella bibbia, affidabile, attendibile, veritiera, superando il confronto di ciò che essa narra con ciò che effettivamente accadde (nel passato) o di ciò che vi fu comunque scritto come storia ancora da venire, per il futuro?.

L'aspetto di ciò che riguarda la storia futura, che ancora si debba adempiere, e che nella bibbia è registrata ormai da millenni, non è mia competenza doverla trattare qui nello specifico. Per ciò che riguarda invece un particolare periodo storico di quell'antico popolo, come il Neo-Babilonese, penso di poter esprimere un ragionevole, acquisito e competente parere che cercherò di evidenziare in questi Thread.

Una prima riflessione:

Il re dell'antica Babilonia qui esaminata, Nabucodonosor (II), è ormai un personaggio storico indiscutibile. Tale Re è riferito pure nella bibbia. Nello stesso periodo però, di suo padre Nabopolassar, nella bibbia, non ne viene fatto alcun cenno specifico.
L'enciclopedia biblica "Perspicacia" edita dai "Testimoni di Geova", da molto tempo ha tentato di analizzare la difficile situazione storica del periodo, trovandosi però di fronte a notevoli difficoltà per le molte discrepanze o disaccordi fra quella che è la documentazione archeologico-Storica oggi o attualmente disponibile e quanto è invece risultante nella narrazione biblica; e ciò è comprensibilissimo.

Qui vorrei intanto chiarire una definizione che talvolta potrebbe portare confusione nelle specifiche datazioni. Nel Libro "La Ragione della Bibbia" io faccio una "specifica" distinzione fra quello che è definibile come anno di "ascesa" di un re o di un governante, che si può ben intendere anche come anno di "successione diretta", o anno di presa di potere governativo (anche in senso di conquista militare) e anno di "Accessione" che si può ben intendere come inizio "ufficiale" del regno di un nuovo re; specialmente se sia babilonese. Esempio.

Circa un mese dopo la morte di suo Padre Nabopolassar, il primo giorno del mese (intercalare) di Ululu (Elul) II (agosto/settembre) del 625 a.e.v, Nabucodonosor II "ascese" come erede legittimo al regno su Babilonia, sedendosi sul trono di Babilonia.
Valutato dal popolo ebraico invece, o in senso di successione diretta, con tale evento come "inizio", era diversamente conteggiato come riferisce Geremia 52:12;
"E nel quinto mese, il decimo giorno del mese, cioè nel diciannovesimo anno del re Nabucòdonosor, re di Babilonia, Nebuzaràdan capo della guardia del corpo, che stava davanti al re di Babilonia, entrò a Gerusalemme".
[(Per logica), a Gerusalemme, esso vi "arrivò" il settimo giorno del mese; (2 Re 25:8)]; è quindi solo tre giorni dopo il suo [venne o arrivò] davanti alla città di Gerusalemme, o dopo aver fatto i preparativi necessari, che quel generale diede "inizio" alla materiale distruzione di Gerusalemme e del suo Tempio.
Ciò accadde [ovviamente di giorno] ma dopo il tramonto di quel decimo giorno ebraico che iniziava col tramonto del sole, o nel secolare giorno 9/10 (sera/notte, mattino/sera) e nel mese di Agosto del 607 a.e.v.

Da quella sera del decimo giorno (o 9 Agosto, prima della mezzanotte) era iniziato il giorno di "Sabato" per gli ebrei. Intraprendere una tale azione distruttiva, proprio in giorno di "Sabato", almeno per il Dio degli ebrei, fu certamente qualcosa di "offensivo".
Geova stesso, sentì la necessità di "rimarcare" in modo "specifico" proprio quel particolare giorno, o "Sabato", in quanto pure in giorno di "sabato" Nabucodonosor iniziava l'assedio finale di Gerusalemme. Geova comandò a Ezechiele:

"(Ezechiele 24:1, 2) 24 Nel 9° anno, nel 10° mese, il 10° giorno del mese, ricevetti un altro messaggio di Geova: 2 “Figlio dell’uomo, segnati questa data, la data di oggi. È in questo giorno che il re di Babilonia ha iniziato ad attaccare Gerusalemme."
La mattina di quel 10° giorno, (26 Gennaio 608bc)* era durante il Sabato iniziato la sera precedente (25 Gennaio 608bc), al tramonto del sole; era il nono anno, il decimo mese, il 10° giorno del regno di Sedechia (Flavio lo chiama Secchia) su Gerusalemme.
*Data determinata con calendario astronomico J.D. 1499376/7

Per i babilonesi, invece, fu solo dopo il primo giorno del primo mese Nisannu del 624 a.e.v, (o circa sei mesi dopo) che, con la babilonese festa dell'Akitu, l'erede Nabucodonosor II fu riconosciuto "ufficialmente" (ACCESSIONE), come RE dai Babilonesi su di loro.
Da quello specifico giorno, i babilonesi cominciavano a contare gli anni del regno di tale re che, lo ricordo, sono "ordinali" (primo (1°), secondo (2°), Terzo (3°)) e non cardinali (o compiuti, completi; uno (1), due (2), tre (3)).

Secondo il conteggio degli anni di regno dei re fatto dai Babilonesi, quindi, il giorno 11 Aprile (mese Nisannu Marzo/Aprile) del 624 a.e.v. segnò l'inizio del (vero) primo anno di regno di Nabucodonosor II.

E' importante capire bene questi aspetti in quanto, fra l'altro, per i regni d'Israele, un re iniziava il suo regno direttamente come successore del precedente re; mentre per i babilonesi esso iniziava con la festa dell'Akitu o in Marzo/Aprile. Inoltre, mentre l'anno babilonese iniziava nel Marzo/Aprile, quello israelita iniziava in Settembre/Ottobre dello stesso anno.

Non tenerne conto potrebbe rendere incerti i precisi tempi di tali regnanti. Vedi Geremia 52:13 e Geremia 32:1-2
------------------------------------------------------------------

A titolo di "esempio", riporto qui un commento del "Perspicacia" appena accennato che, in questo contesto, potrei definire corretto sotto ogni aspetto sopra considerato (vera datazione storica inclusa). I neretti, sottolineati e colori sono miei.

"*** it-2 pp. 357-358 Nabucodonosor ***
Cenni storici su Nabucodonosor desunti da iscrizioni cuneiformi giunte fino a noi integrano la storia biblica. Esse affermano che nel 19° anno di regno Nabopolassar radunò il suo esercito, e lo stesso fece suo figlio Nabucodonosor, allora principe ereditario. I due eserciti erano indipendenti l’uno dall’altro e, dopo che Nabopolassar, tempo un mese, ebbe fatto ritorno a Babilonia, Nabucodonosor riportò alcune vittorie in una zona montuosa, tornando poi a Babilonia con un ingente bottino. Nel 21° anno del regno di Nabopolassar, Nabucodonosor marciò con l’esercito babilonese su Carchemis, dove combatté vittoriosamente contro gli egiziani. Ciò ebbe luogo nel quarto anno del regno di Ioiachim re di Giuda (625 a.E.V.). — Ger 46:2.
Le iscrizioni indicano inoltre che avendo avuto notizia della morte del padre, Nabucodonosor tornò a Babilonia e, il 1° elul (agosto-settembre), salì al trono. Durante questo suo anno di ascesa al trono egli tornò in Hattu e, “nel mese di shebat [gennaio-febbraio del 624 a.E.V.], portò a Babilonia il vasto bottino di Hattu”. (A. K. Grayson, Assyrian and Babylonian Chronicles, 1975, p. 100) Nel 624 a.E.V., primo anno ufficiale di regno, Nabucodonosor alla testa del suo esercito penetrò nuovamente in Hattu; conquistò e saccheggiò la città filistea di Ascalon. (Vedi ASCALON). Durante il secondo, terzo e quarto anno di regno intraprese altre campagne in Hattu, e a quanto pare nel quarto anno rese suo vassallo Ioiachim re di Giuda. (2Re 24:1) Sempre nel quarto anno Nabucodonosor si spinse con il suo esercito in Egitto e nel conflitto che seguì entrambe le parti subirono pesanti perdite.
"

Bibbia e archeologia possono essere coerenti fra loro, solo dove l'archeologia presenti documenti o reperti che narrarono con sincerità gli eventi occorsi.
Egiziani e Assiri erano abbastanza noti per riportare documentazioni delle loro gesta spesso selezionate in modo positivo per la loro Nazione. Dove necessario, nascondevano o tacendo sconfitte e millantavano vittorie seppure insignificanti.
Presso i Babilonesi e i Persiani, invece, vigeva una "tendenza" a riportare i fatti storici come essi si svolsero, narrando onestamente anche le eventuali sconfitte o i fatti disonorevoli, come fa pure (e meglio) la bibbia.

Molti "vorrebbero" che la bibbia fosse relegata a una sorta di fantastica guida spirituale ma priva di affidabilità storica. Eppure in essa, almeno la storia inerente al popolo ebraico è "documentata", e anche bene. Un esempio.

Nel reperto BM 21946, dove sono documentati i primi anni del regno di Nabucodonosor II; al rigo Obverse 18, nel primo anno del suo regno (624 a.e.v.) (rigo Obverse 15), è registrato: "Egli marciò alla città di Ascalon e la catturò nel mese di Kislimu (Novembre/dicembre del 624 a.e.v.)". Il nome di Nabucodonosor è riferito specificamente nel rigo Obverse 15 di tale reperto.

Nella bibbia, sia il nome del re di Babilonia, Nabucodonosor, e sia la città di Ascalon, sono riferite ma sono associati in occasione del giudizio di Dio contro tale città enunciato da Geremia. Una parte di tale giudizio, poteva essere quella che fu poi riferita in tale reperto sopra citato. Il "Perspicacia", al riguardo, riporta questo commento.

*** it-1 p. 217 Ascalon ***
"Mentre la profezia di Geremia 47:2-7 può essersi in parte adempiuta quando Nabucodonosor saccheggiò la città all’inizio del suo regno (ca. 624 a.E.V.)".

Fin qui, ci sarebbe accordo. Purtroppo, sulla base di molte altre documentazioni, sembra oggi comunemente accettata da tutti una diversa datazione per tale evento, slittata con 20 anni in più, o assegnata al secolare anno 604bc.
Tale diversa "stima" di anno secolare dell'evento (la cattura della città di Ascalon), non inficia comunque l'attendibile e fidata storicità della bibbia che, appunto, associa al re Nabucodonosor II un tale evento, e proprio in tale periodo; (il Neo-Babilonese).

Chi avrà ragione, in ordine di anno secolare dell'evento (o effettiva data del primo anno del regno di Nabucodonosor II); l'archeologia moderna (con il suo 604bc), o l'antica documentazione storica che da millenni è registrata nella Bibbia (col suo 624 a.e.v.)?

(segue pagina (2)).
[Edited by monseppe2 2/13/2019 6:13 PM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
1/12/2018 9:46 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
(2) - Un esame cronologico del regno di Nabucodonosor II

La cronologia attualmente accreditata dal mondo scientifico e accademico accetta quasi universalmente la stima, ora diffusa, che il regno di Nabucodonosor II sia da collocarsi fra i secolari anni 605/604bc (inizio del suo regno), e 43 anni dopo, (fine del suo regno) nell'Agosto del secolare anno 562bc. Tale datazione, farebbe riferimento a settimo anno di Cambise II su Babilonia stimato (correttamente) per il secolare anno 523/522bc.

[SM=g7413] La narrazione della storia biblica relativa al popolo ebraico per quello stesso periodo, indicando in settanta anni l'esilio del popolo giudaico in Babilonia, finito nel 537bc (o secondo anno di Ciro II su Babilonia) suggerisce, invece, una diversa e logica collocazione temporale per la durata del regno di Nabucodonosor II, che porrebbe il suo governo babilonese fra i secolari anni 625/624bc e l'agosto del secolare 582 a.e.v, appunto dopo 43 anni del suo regno.

Contro la succitata e diversa collocazione temporale suggerita dalle informazioni storiche della bibbia, è tutt'ora, ad inizi del 2018 e.v, disponibile una notevole documentazione storica e archeologica di reperti che, presi come sono, sembrano dare torto alla Bibbia.

Una tale diversa datazione, scaturisce essenzialmente dall'esame del regno del figlio di Nabucodonosor II. Al regno su Babilonia di Evil-Merodac, sono assegnati diversi periodi (2, 16, 18) come anni di tempo per il suo regno su Babilonia; anche se la documentazione che registra per tale re soli due anni di regno sia la prevalente in senso documentale.
Sulla base di tali riferimenti storici e di reperti antichi oggigiorno, in senso "circolare (o con il riportare ciò che altri hanno dato per scontato)", si è diffusa in rete (nel WEB) la prevalente stima di soli due anni di regno per tale re, figlio di Nabucodonosor II.

Sarà quindi relegata alla sola "fede" l'informazione storica registrata nella bibbia, che addita in un diverso periodo di tempo, o con 20 anni addietro, i 43 anni del regno di Nabucodonosor II? Apparentemente (e ripeto: "apparentemente"), così sembra.
La bibbia, però non concorda con una tale "facile" apparenza. Essa rivendica per se stessa la caratteristica di essere "veritiera". In essa, mediante ciò che proferì Gesù, è scritto:
"Santificali per mezzo della verità; la tua parola è verità" (Giovanni 17:17). E io gli credo. Ma scienza e fatti non sono fede; sono solo ciò che l'evidenza della fede può mostrare agli occhi di coloro che non abbiano questa caratteristica qualità chiamata "fede".

Si hanno, quindi, due diverse cronologie da esaminare.

625bc-523bc (102 anni) per i tempi suggeriti dalla Bibbia e
605bc-523bc (82 anni) per i tempi "documentati" dai reperti archeologici e storici della scienza.

Il banale prodotto della sottrazione fra la lunghezza delle due diverse date, conta: 102 - 82 = 20 anni. Anni, che sarebbero da "togliersi" alla cronologia suggerita dalla storia della bibbia "se" essa fosse davvero "errata" la diversa datazione da essa suggerita.
Curiosamente, 20 anni meno due, conterebbero proprio i 18 anni che Giuseppe Flavio attribuisce al regno di Evil-Merodac in "Antichità Giudaiche, Vol. I X,231".

Sommando perciò 18 anni riferiti da Giuseppe Flavio ai due anni dichiarati da altri reperti, e dallo stesso Beroso che fu "citato" da Giuseppe Flavio, si conterebbe il suddetto periodo di 20 anni.
Sottraendoli, invece, i due anni, ai diciotto registrati da Flavio, si hanno i 16 anni citati da altri. In ogni caso, si evince un periodo di regno la cui durata sia da determinare con precisione fra i 2 e i 20 anni di regno, decidendo poi se dopo la morte di Nabucodonosor II sia da attribuire suddetta differenza di 2 o 20 anni di regno a suo figlio.

Viene fatto fino alla noia, specialmente in rete, il conto più facile e documentato come sostenuto dai seguenti reperti archeologici.

523bc era il 7° anno di Cambise II;
meno sette anni,
530bc era il 9° anno di Ciro II;
meno nove anni,
538bc era il primo anno di Ciro II su Babilonia;
meno diciassette anni,
555bc era il primo anno di Nabonedo su Babilonia;
meno quattro anni, (i 4 anni di Neriglissar e Labashi suo figlio),
560bc fu l'anno della Morte (in ottobre) di Evil-Merodac.

Questa data: 560bc o morte di Evil-Merodac, potrebbe essere considerata una base di accordo cronologico sia secolare che biblico.
Sono stati contati un totale di: 560bc meno 523bc = 37 anni (solari) "interi, intendesi: compiuti".

Definito così un "paletto" in comune fra le due cronologie, storico-biblica e storico-archeologica; il 560 a.e.v. che corrisponde (in settembre/Ottobre) alla morte di Evil-Merodac, sono stati contati 37 anni solari o compiuti.
Si sa con certezza che Nabucodonosor regnò per 43 anni morendo (verso Agosto), e 43 anni più i 37 appena conteggiati, contano 80 anni di periodo regnato, "documentato" e in accordo con la storia biblica.
Ora, una riflessione:

Se così contati (37 + 43) gli 80 anni regnati, lasciano solo uno spazio di 2 anni al totale di 82 sopra accennati, quanti anni lascerebbero da contare per completare i 102 anni alternativi valutati sopra? 102 - 80 (o 37 + 43) = 22 anni! Strano....

Non si era definito che la differenza cronologica dei regni fosse di "venti anni" (in più per la bibbia) o in meno secondo il conto cronologico? devo ricordare che pure gli inizi di anno di regno di Nabucodonosor sono contestati fra 625bc e 605bc
(anno della morte di Nabopolassar, o suo 21° anno)... Non si scappa..
Sono venti (20)...
o sono ventidue (22)?
Nessun reperto archeologico o storico che sia, registra mai un "totale" di 22 anni per il regno di Evil-Merodac, pertanto, resta da svelare l'evidente conto sopra risultante. 2 anni? 20 anni... o 20 + 2 misteriosi anni?

Qui "gatta Adda-guppi"... ci cova!
E cosa essa abbia "covato", lo potrete leggere con dovizia di particolari nel libro: "La Ragione della Bibbia" edito da www.Azzurra7.it

(segue).

monseppe2
[Edited by monseppe2 2/7/2018 9:33 AM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
1/13/2018 10:32 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
(3) - Svelato "dalla Bibbia" un mistero ormai millenario?

In che modo, sarà "proprio" la bibbia, con le sue veritiere e precise informazioni storiche, a dare una provata risposta all'enigma sopra esposto, di 2, 20 o 22 anni per il periodo del regno successivo a Nabucodonosor II e precedente al regno di Neriglissar su Babilonia antica, cercherò qui esporlo, possibilmente, in modo "semplice".

Secondo Archeologia e storia accademica:
VVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVV

Il 597bc fu l'ottavo anno del regno di Nabucodonosor II (Marzo/Aprile). In quell'anno, dopo averlo fatto prigioniero verso la fine del settimo anno del regno di Nabucodonosor II, il re dei Giudei Ioiachin fu esiliato (giungendo) in Babilonia ad iniziato ottavo anno di Nabucodonosor II (2 Re 24:14). Geremia 52:31 e 2 Re 25:27 riferiscono che trentasette (37) anni praticamente completi dopo, Evil-Merodac, in quell'anno, "divenne Re".
Il conto di 597bc - (più) 37 anni completi (37 anni, 11 mesi e 25-27 giorni), segnala il secolare anno 560/579bc (Marzo/Aprile).
Sopra è stata definita la "comune" datazione secondo la quale, verso Agosto del 560bc, il re Evil Merodac... morì! Si riscontra un disaccordo temporale di almeno due anni. Il reperto biblico riferisce che "divenne Re" (calcolato secondo la cronologia accademica e attuale) nel 560/559bc, mentre i reperti archeologi lo davano già morto in Agosto del 560bc o circa sei mesi prima.
La Bibbia identifica perciò un vuoto di due anni prima che Evil-Merodac divenisse "Re (Ufficiale)" sui babilonesi.

Subito si dirà che questo varrebbe anche per lo stesso conto fatto con 20 anni prima (nei conti a.e.v. gli anni più antichi sono misurati con valore di anno crescente). Verifico.

Secondo la storia biblica e storica (o secondo Giuseppe Flavio):
VVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVV

Nel ripristinato e "Vero" 617 a.e.v (o da 597bc con 20 anni prima andando a ritroso), fu il "vero" ottavo anno del regno di Nabucodonosor II (Marzo/Aprile). In quell'anno (617 a.e.v.), sul finire del suo settimo anno di regno, dopo aver fatto prigioniero il re dei Giudei Ioiachin, Nabucodonosor II lo portò in esilio in Babilonia (giungendovi durante l'ottavo anno del re Nabucodonosor II) (2 Re 24:14). Geremia 52:31 e 2 Re 25:27 riferiscono che trentasette (37) anni praticamente completi dopo, Evil-Merodac, in quell'anno (o Aprile del 579bc), "divenne [ufficialmente] Re".

Il conto di 617 a.e.v. - 37 anni completi (o 37 anni, 11 mesi e 25-27 giorni), segnala il secolare anno 580/579bc (Marzo/Aprile), quando, appunto, Evil-Merodac (VIVENTE!) divenne "Re (Ufficiale, riconosciuto con AKITU), sui Babilonesi.
Da Aprile 579bc ad Agosto 560 a.e.v. (quando Evil-Merodac morì, come appunto documentato), si contano proprio 20 anni ordinali (pari a 19 anni solari) del suo regno sui Babilonesi. Il ventesimo anno (ordinale) di Evil-Merodac, cominciò appunto a contarsi dalla Primavera del 560 a.e.v., mentre Evil-Merodac era ancora VIVO (ricordo che la sua morte è registrata per Agosto di quel suo ventesimo anno di regno). "(II) Re regnanti, pag. 12 Amel-Marduk, Evidenza di fine regno, 3/7 Agosto 560bc; (YBC 3692; Clay, BE VIII 1, No. 34)". L'inizio del suo regno che risulterebbe registrato ai mesi VI o VII (Ottobre) segnato come primo anno del suo regno, attualmente attributo al 562bc, si considera valido nel reperto, ma come inizio della sua vice-reggenza a seguito della malattie e morte di Nabucodonosor II nel vero anno secolare e che occorse verso l'Ottobre del 582 a.e.v.
La bibbia quindi, oltre a identificare un vuoto di due anni, con i 37 anni di Esilio di Ioiachin, identifica pure un periodo di 20 anni di regno attribuibili solo al figlio di Nabucodonosor II Evil-Merodac.

La domanda da porsi è la seguente:
Cosa furono allora, quei "due anni" che si riscontrano fra le due cronologie, biblica e accademico-archeologica?

Quei suddetti 2 anni, sono veri anni di regno, da inserirsi fra il regno di Nabucodonosor e la morte di suo figlio, come "documentalmente" registrati nel Nabonedo H1, B da parte di Adda-guppi? Pare di NO.

Se si conteggiassero "anche" quei due anni di regno (come ufficialmente regnati)
prima
dei 20 risultanti sopra, si avrebbe un totale periodo di regno di "22 anni" che non è registrato in nessuna parte, né biblica né archeologico-storica per tale re. Al massimo, Giuseppe Flavio ne assegna 18 di anni di regno per tale re, detraendo evidentemente i due anni già riferiti citando Beroso.

Quei due anni o più (se si fa riferimento anche a reperti che già lo davano coreggente almeno dal 42° anno di Nabucodonosor (o nel vero anno 583 a.e.v, durante il quale evidentemente era gravemente malato), fu solo Adda-guppi che [FALSAMENTE] li dichiarò o registrò come anni di regno ufficiali" e regnati" da Evil-Merodac, o almeno dal 582 a.e.v. (vero anno della morte di Nabucodonosor II) al 580/579 a.e.v, quando effettivamente "divenne Re" suo figlio Evil-Merodac.

Suddetto risultato dato dalle informazioni storiche della Bibbia, (che l'ottavo anno di regno di Nabucodonosor II possa coincidere con il secolare anno 617 a.e.v, si ricollega, 10 anni dopo, col suo diciottesimo anno di regno nel 607 a.e.v, quando egli stesso ordinò la distruzione di Gerusalemme e del suo Tempio. Si ricollega pure (il 617 a.e.v.), Ottanta anni dopo (10 anni più 70 anni), col ritorno in Gerusalemme (in Ottobre) del liberato popolo Israelita quando, nel 537bc giunse con una sua significativa rappresentanza in Gerusalemme.

La Bibbia, quindi, riconosce che dal 625bc al 523bc sono conteggiabili i 102 anni sopra accennati e che conterebbero i seguenti tempi regnati:

43 anni regnati da Nabucodonosor II;
02 anni gestiti come erede reggente da suo figlio Evil-Merodac;
20 anni Ufficialmente regnati da Evil-Merodac sui babilonesi;
04 anni Regnati da Neriglissar e da suo figlio Labashi (3 o nove mesi);
17 anni regnati da Nabonedo, il figlio Assiro di Adda-guppi;
09 anni regnati da Ciro II come re conquistatore di Babilonia;
07 anni regnati da Cambise II, figlio di Ciro II, al suo settimo anno di regno.
----------- Totale conteggiato:
102 anni di "continuum" di regnanti da Nabucodonosor II (ascesa) a settimo anno di Cambise II (Eclisse di luna registrata nello "Strassmayer Cambyses n° 400" alias BM 33066).

Subito si dirà che questo non è possibile, perché continuando a contare a ritroso i regnanti, come risultano da reperti archeologici e storici, si dovrebbe conteggiare anche:

21 anni regnati da Nabopolassar; (padre di Nabucodonosor II).
03 anni regnati da Assur-etillu-ili; (figlio di Assurbanipal).
22 anni regnati da Kandalanu; (dichiarati da Tolomeo e su lista di UR.)
20 anni regnati da Shamash-shuma-ukin (fratello di Assurbanipal).
-------- conterebbero un totale di:
66 anni.
Se però tali 66 anni si contassero dal 625bc appena stabilito (21° di Nabopolassar), si giungerebbe all'anno 625bc + 66 = 685bc come primo anno dei regni di Assurbanipal e di Shamash-shuma-ukin dopo la morte di loro padre Esarhaddon, re dell'impero assiro di allora. Un tale risultato però, evidenzia che qualcosa non torna continuando a contare con tali parametri e usando tali informazioni "repertate".

Sbaglia la bibbia dunque?

Esaminiamo i fatti.

1). Come mai, se un "Kandalanu" regnò per 22 anni dopo la morte di Shamash-shuma-ukin, quando la scaltra Adda-guppi nacque nel 20° anno di Assurbanipal, essa non lo registrò nella sua cronologia testamentaria o nel Nabonedo H1, B, riferendo invece il figlio di Assurbanipal come regnante prima di Nabopolassar per soli tre anni?

2). Come mai, di tale re "Kandalanu" non è registrata nessuna circostanza bellica in un periodo di continue guerre come il periodo Assiro e Neo-Babilonese, mentre sono invece repertate numerose transazioni commerciali o amministrative attribuite a tale regnante?

3). Come mai il reperto BM 86379 alle righe 24-26, registra:
"(24) Dopo Kandalanu, nell'anno di accessione, [o ascesa?] di Nabopolassar
_(25) ci furono insurrezioni in Assiria e in AKKAD (Babilonia)"
_(26) Ci furono ostilità e battaglie continuate"?

Nessun evento bellico in tale periodo è attribuito al "Kandalanu", e se c'erano ostilità fra Assiria e Babilonia, chi era "quell'ostile" re contro Assiria? Notate: il reperto dice: "DOPO Kandalanu"....!

4). Se Assurbanipal e Shamash-shuma-ukin iniziarono insieme (nello stesso anno) i loro regni su Assiria e su Babilonia, e Adda-guppi dichiara che dopo la morte di Assurbanipal, il figlio del re Assiro, Assur-etillu-ili, regnò per tre anni prima dell'inizio del regno di Nabopolassar ora accademicamente stabilito al 625bc "Come re su Babilonia", allora si "deve" poter fare questo conto:

42 anni il regno di Assurbanipal;
03 anni il regno di suo figlio (forse come "Kandalanu"), AssurEtillu-ili;
----------- totalizzano:
45 anni (è qui trascurato il conteggio di un anno senza un regno su Babilonia; sarebbero 46 anni in tal caso).

Ma quali periodi di regno sto contando? Regno su Assiria, o regno su "Babilonia"?
Perché, se Assurbanipal regnò per 42 anni su ASSIRIA, dopo il suo 20° anno, quando Nacque Adda-guppi e quando pure morì Shamash-shuma-ukin, che stava regnando su Babilonia, allora, fino al 628bc (contando 625bc per inizio Nabopolassar + 3 anni di assur-etillu-ili), ovvero dal 647bc secondo Tolomeo, al sopra indicato 628bc, (o per 19 anni), "SU BABILONIA" chi stava regnando?

Il "caos" che viene fuori e il perché viene fuori, è "dipanato" nel libro "La Ragione della Bibbia". Farlo qui sarebbe da capogiro. Per aiutare, accludo una riproduzione "riservata" del grafico (a colori) della successioni dei regni di quel periodo Neo-Babilonese; (è vietato farne lucro, essendo stata riservata alla casa editrice Azzurra7.it").

Si presenta una giusta domanda:

Chi era veramente il "KANDALANU" registrato "documentalmente" nel BM 86379 sopra riferito?

Nella lista dei re di Uruk, i 21 anni registrati per il "Kandalanu" sono poco attendibili, essendo più che altro tale documento, un "riporto" storico di regni, ed essendo stata tale lista compilata certamente nel periodo Seleucide (200/100bc), e a tale lista sembra che attinse pure Tolomeo nella compilazione del suo canone dei regni del suo Almagesto.

Diventa ovvio considerare che lo stesso re Assurbanipal (freccia Grossa Verde), dopo la morte di suo fratello Shamash-shuma-ukin (freccia grossa rossa), facesse regnare per i tre anni dichiarati da Adda-guppi, come erede dello zio, il proprio figlio Assur-etillu-ili, nominandolo in "vice-reggenza" su Babilonia e col titolo di "Kandalanu") (freccia gialla grossa); appunto il "Kandalanu" (quindi quello "vero") riferito nel reperto BM 86379 sopra citato.

Alla morte di tale vero Kandalanu (o Assur-etillu-ili), per un anno non ci fu un re su Babilonia (anno ignorato da Adda-guppi e da Tolomeo)(freccia grossa verdolina, dopo la freccia grossa gialla, la quale, essendo ignorata sia da Adda-guppi e sia da Tolomeo, si sovrappone ai 19 anni (freccia sottile nera a inizio di freccia sottile nera dentro freccia grossa grigia).
Il re Assiro (Assurbanipal), ora nel suo 24° anno di regno ufficiale su Assiria, ne pretese per diritto ereditario il regno su Babilonia (freccia sottile nera sopra freccia grossa verde secondo Tolomeo), ma tale sua pretesa fu in mezzo a guerre che nel frattempo si combattevano fra il sorgente Caldeo Nabopolassar (freccia grossa arancione) e i (2) generali assiri, che forse agivano da coreggenti riferiti nella lista di Uruk. Con la morte di Assurbanipal, terminò anche il "fittizio" regno come "*Kandalanu" di tale re Assiro.

Adda-guppi, dichiarando il vero Kandalanu col nome di Assur-etillu-ili, e ponendolo come re per tre anni dopo aver riferito i 42 anni del regno di Assurbanipal e alla sua morte, facendolo seguire dal regno di Nabopolassar, creò il vuoto storico fittizio di 19 + 3 anni che poi Tolomeo assegnò come un regno effettivo di 22 anni su Babilonia (freccia sottile nera dentro la freccia grossa grigia che è sotto la freccia grossa verde). e il tutto divenne: storia documenta antica... ma ormai alterata abilmente da Adda-guppi. Il resto delle frecce sono spiegate nel libro.

Per completezza informativa, accludo pure la presentazione della cronologia Ricostruita, con i veri periodi regnati ripristinati. Corrispondono perfettamente.


Continua:
[Edited by monseppe2 2/7/2018 9:33 AM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
1/20/2018 10:12 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
(4) - L'aspetto "astronomico" dei tempi suggeriti dalla Bibbia relativi al Neo-Babilonese..

Premessa.

Una falsificazione, se operata abilmente, è difficile da identificare o da smascherare. Spesso, è ancora più difficile accettarne o ammettere il riconoscimento del fatto che proprio quello che si credeva essere un oggetto o un'informazione originale sia ora scoperta essere stata falsificata. Ci si sente raggirati, turlupinati.
Chi ama ciò che è vero, supera questa difficile situazione proprio per amore della verità; non si sente più turlupinato o raggirato, piuttosto, si sente liberato da un ingiusto inganno.
------------------------------------------------------------------------

Nei precedenti post ho illustrato come la stessa bibbia, da sola, con la sua verace storia scritta, fornisca informazioni precise atte a smascherare antichi inganni; alcuni di essi furono perpetrati nel periodo Neo-Babilonese da un'anziana signora, Adda-guppi, la madre di Nabonedo; l'ultimo re dell'impero Neo-Babilonese di quel tempo, prima dell'impero persiano.

Divenuta regina madre del re di tutto l'impero Assiro e Babilonese di quel lontano periodo, essa ebbe i mezzi, il potere, e la paranoica volontà di alterare la storia del suo tempo. Spinta da un covato e risentito ventennale odio verso il figlio di Nabucodonosor II, Evil-Merodac, desiderò cancellarne ogni gesta o ricordo storico del suo regno effettivo durato 20 anni su quel vasto impero, distruggendo ogni documento che lo riguardasse e alterando le successioni dei regni per i re Nabopolassar e Nabucodonosor II che lo avevano preceduto, facendone stimare ai posteri, con venti anni più in avanti, i loro regni, mediante mirate e alterate informazioni documentali.
Questa è la storia.

Il tempo, però, resta quello che è trascorso e come è trascorso.

Del periodo Assiro, Neo-Babilonese e persiano, (stimando un tempo che va dal 669bc al 523/522bc almeno, sono oggi stati trovati tre importanti reperti o "Diari astronomici"; il BM 32312, il VAT 4956, e il BM 33066.
In tali diari, scritti in caratteri cuneiformi, sono riportate le registrazioni del cielo osservato nei rispettivi anni durante i quali si verificarono particolari eventi astronomici.

Gli eventi astronomici che si verificarono durante le osservazione dei tre diari appena riferiti, sono oggi astronomicamente ben definibili e calcolabili nei loro giorni, mesi e anni durante i quali essi occorsero.
Ciò che poté essere alterato, fu solo l'assegnazione dell'anno del re durante il quale regno suddetti eventi astronomici si verificarono. Senza le indicazioni storiche della bibbia, sarebbe stato praticamente impossibile rendersi conto che tali assegnazioni furono alterate anticamente, salva l'evidenza di contrastanti datazioni del relativo periodo, durante un accurato confronto storico con quello oggi repertato o documentato anticamente, che diventerebbero così "enigmatiche".

Una verifica astronomica del periodo esaminato, è lunga e difficile, e nel libro se ne evidenzia la complessità. Qui, in via semplificata, illustrerò alcune verifiche che daranno motivo di comprendere quale delle due diverse datazioni oggi accreditabili per l'evento storico della distruzione di Gerusalemme del suo Tempio, sia quella che realmente corrisponde ai fatti che occorsero. La domanda alla quale rispondere, è: "l'anno fu il 587bc adesso da tutti accreditato, o fu il 607 a.e.v, come suggerito dalle informazioni storiche della Bibbia"?

I post che seguiranno mostreranno i punti più importanti e probanti.

Prima verifica astronomica.

L'intervallo di tempo che separa la datazione oggi accettata del settimo anno di Cambise II nel 523/522bc, riferita tramite il reperto astronomico noto come "Strassmaier Cambyses No. 400" (o catalogato come BM 33066), con il reperto astronomico noto come VAT 4956, indipendentemente a quale anno di regno siano stati assegnati tali reperti, è uno solo.

Oggi l'osservazione di un diario astronomico, importante come il VAT 4956, è attribuita in modo accademico ai secolari anni 568/567bc. Eppure, le informazioni storiche della bibbia ne suggeriscono una sua possibile osservazione solo durante i secolari anni 587/586bc.
Provo a verificare questa discordanza.

Dall'anno 523bc (settimo di Cambise II), all'anno ora accreditato in modo accademico al 568bc per il VAT 4956, intercorrono 45 anni interi (solari). L'anno 568bc è al presente attribuito (dal mondo accademico) al 37° anno del regno di Nabucodonosor II.
Dall'anno 523bc (settimo di Cambise II), all'anno suggerito dalla Bibbia per il VAT 4956, intercorrono 64 anni interi (solari). L'anno 587bc è suggerito dalla bibbia corrispondere con l'inizio del 38° anno del regno di Nabucodonosor II.

A. Sachs e H. Hunger stessi, nei loro rapporti astronomici del periodo, riferiscono l'utilizzo di un riferimento astronomico detto "GoalYear"; un arco di tempo di 32 (per Marte con Venere) o di 59 anni (per Saturno con Giove), il quale vedrebbe due pianeti essere a alle distanze di tempo specificate "insieme" posizionati in modo molto simile rispetto alle stesse stelle dopo gli specificati anni.

In allegato, sono gli elaborati inerenti i pianeti di Marte e Venere (che è in particolare posizione di massima elongazione a Ovest), verificati alla comune data di giorno e mese del 22 Aprile per gli anni 587bc, + 32 anni al 555bc (primo anno di Nabonedo su Babilonia) e più 32 anni al 523bc. Le tre date, 587bc, 555bc e 523bc sono in GoalYear di 32 anni fra loro e il 587bc è a 64 anni dal 523bc o dal settimo anno del regno di Cambise II come re di Persia (e di Babilonia). Le foto lo evidenziano in modo incontestabile.

L'elaborato del 587bc, data il primo giorno del primo mese (Nisannu) in corrispondenza del 22 Aprile. E' lo stesso elaborato che si ricava verificando astronomicamente le informazioni registrate nel VAT 4956 al primo rigo Obverse; "La Luna era dietro al Toro (Aldebaran)". Seguendo le informazioni storiche della bibbia, era il primo giorno del 38° anno di Nabucodonosor come re di Babilonia.
Nel libro sono spiegate le posizioni dei pianeti qui esaminati incluso Marte. Poiché il 568bc sarebbe a 19 anni solari, è ovvio che la stessa verifica non si può applicare nello stesso modo del 587bc. Perché? Perché per il 568bc è contato il 37° anno del re Nabucodonosor mentre per il 587bc sarebbe contato il 38° anno del re.

Occorre capire che se si fa riferimento al pianeta Marte, fra un anno e il successivo, il pianeta risulta inevitabilmente sfasato di circa 160 gradi verso Est (la parte di orbita percorsa da Marte in un anno).

Se osservo Marte nel 38° anno del re, non dovrei poterlo osservare nel suo precedente anno 37° di regno o nel suo seguente 39° anno di regno; è un fatto astronomico!.
Eppure, leggendo accademicamente il VAT 4956 per il 37° anno del re, nel 568bc, Marte è visibile nel primo giorno di Nisannu, nei Gemelli, come è pure visibile Marte, leggendo pubblicamente il VAT 4956 per il 38° anno del re, fra le corna del Toro (o con solo 20 gradi di differenza. Nel libro ne è spiegato il motivo.

Dal 587bc al 555bc, si è visto, sono 32 anni solari.
Dal 568bc al 555bc, di anni solari ne sono invece 13, confermando che il 568bc seguì al 587bc con 19 anni solari (un ciclo di Metone per quanto riguarda le fasi della Luna).

Mentre dal 555bc al 523bc i 32 anni conteggiabili astronomicamente corrispondono con i regnanti e i tempi da loro regnati, il discorso cambia quando si valuti il precedente ciclo di 32 anni.

in 32 anni di tempo, prima del primo anno di Nabonedo (o dal 555bc), in senso biblico, si possono contare a ritroso:

Circa nove mesi di Labaschi + 3 anni di Neriglissar (4 anni in tutto) = 559bc.

Venti anni del regno effettivo di Evil-Merodac = 579bc.

due anni (dati falsamente come regnati da Adda) = 581bc.

sei anni al Diario astronomico effettivamente osservato durante il 587bc o 38° di Nabucodonosor II = 587bc.

4 + 20 + 2 + 6 anni contano appunto "32 anni", che sono testati dai tre elaborati sottostanti e che sono così considerabili (o documentabili) come prova astronomica e documentale.

Con Due eclissi di luna (523/522bc del BM 33066).
Con l'eclisse di luna di 6 ottobre (555bc del BM 32234 o LBAT 1419).
Con due eclissi di Luna, di 10 Gennaio e di 4 Luglio (del 587bc; vedi commento sottostante).

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
L'eclisse di luna del 10 Gennaio 587bc, fu registrata su una tavoletta (LBAT 1420 o BM 38462) il cui originale fu certamente distrutto dopo essere stato ricopiato in modo alterato (da Adda-guppi) nelle assegnazioni di numero dell'anno di regno del re Nabucodonosor che vanno dal suo primo anno di regno al 29° anno ma accavallandole per gli ultimi 7 anni sul regno di Evil-Merodac.
Spostando quindi le originali assegnazioni di anno di regno con un valore numerico di 20 anni addietro, fece risultare così il 587bc al 17° anno del re Nabucodonosor II per ciò che riguarda l'evento astronomico dell'eclisse di 10 Gennaio, in luogo del suo reale quasi suo finito 37° anno (che si concludeva durante la primavera del 587bc).
Un tale cambio del numero di anno assegnato, ottenne di spostare in avanti nel tempo storico gli anni durante i quali i re Nabucodonosor e Nabopolassar regnarono realmente. I loro regni, (di Nabopolassar e di Nabucodonosor, sono, infatti, un continuo temporale di 64 anni che non può essere separato; Spostare Nabucodonosor, sposta inevitabilmente pure Nabopolassar.
Curiosamente, infatti, nella registrazione delle eclissi per il 587bc in corrispondenza del 18° anno di Nabucodonosor, non è leggibile nessuna informazione nella tavoletta (è in [LACUNA]); sarebbe stato infatti oggi trovata erronea una "modificata" registrare come "non osservata" per l'eclisse del 4 Luglio del 18° anno del re occorsa con 177 giorni di distanza da quella di 10 Gennaio del 587bc poiché, in senso astronomico, essa ci fu, il 4 Luglio del 587bc MA occorse durante il 38° anno del regno di Nabucodonosor II su Babilonia; anno che fu regnato nel 587bc. Fu un'eclisse di luna totale e ben visibile e prevedibile, per non contare il fatto che essa fu pure descritta nelle righe Obverse 17 e 18 dello stesso VAT 4956, come ampiamente dimostrato nel libro.
Si dimostra quindi, oltre che con la Bibbia, anche in senso astronomico, che le registrazioni degli anni del regno del re Nabucodonosor II registrate nella LBAT 1420 o BM 38462, furono alterate anticamente e registrate spostate di venti anni ordinali, risultando tutte le eclissi che vi sono ivi registrate come occorse durante un ventennio di regno dopo. Le eclissi, infatti, restano le stesse come "anno secolare"; cambia soltanto, nella LBAT 1420, le assegnazioni dell'anno del re durante il quale esse si verificarono, come è poi ben illustrato nel libro.
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
(Segue).

[Edited by monseppe2 2/7/2018 9:34 AM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
1/31/2018 9:50 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
(5) - La prova del GoalYear di Venere con Marte in ciclo di 32 anni.

Venere e Marte, con una minima approssimazione, ogni 32 anni da una data di riferimento (esempio di 22 Aprile del 587bc del VAT 4956 al 38° anno illustrato nel post #5) si ripresentano nella stessa posizione fra di loro e fra le stelle; il ciclo qui è stimato arrotondato ad anni interi (o solari), appunto 32.

Questo test astronomico, usato anche da A. Sachs e da H. Hunger, acquista maggiore rilevanza probante quando sia stimato mentre il pianeta Venere sia nella sua massima elongazione (ovest o Est) o vicinissimo ad essa. Il motivo è per evitare osservazioni ambigue di altezza del pianeta che si avrebbero osservando il pianeta mentre è nella sua fase ascendente o discendente osservabile da terra.
Perché il test possa avere maggiore valenza probante, l'anno di partenza del GoalYear dovrebbe essere possibilmente documentabile (con LBAT (eclisse) o Diario astronomico); inoltre, alla distanza di 32 anni (solari) dalla verifica così documentata, se e dove sia possibile, quell'anno distante 32 anni (solari) dovrebbe essere esso stesso documentabile mediante un evento astronomico registrato in un altro reperto antico (tipo LBAT o o Diario astronomico).

Nell'esempio di post #5, questi requisiti sono soddisfatti; Partenza (ormai accreditata) dal 522/523bc con BM 33066 che registra per il settimo anno due eclissi prima di questa del suo ottavo anno (vedi foto allegate), che conferma il 523bc, e primo arrivo (o 32 anni solari dopo) al 555bc con eclisse di BM 32234 (primo anno di Nabonedo); il secondo ciclo (o dopo 64 anni solari dal 523bc) è documentabile con eclisse sia del 08 Gennaio di *LBAT 1420 del 587bc e sia con l'eclisse di 4/5 Luglio 587bc del VAT 4956 registrata al rigo Obverse 17 e 18 per il 15° giorno del quarto mese babilonese.

*L'eclisse di 08 Gennaio che ci fu nel secolare anno 587bc, nella LBAT *1420 o BM 38462, questa eclisse di otto Gennaio fu registra (da Adda-guppi) con l'anno di regno del re alterato di 20 anni (ordinali o di regno) più tardi, attribuendo così l'evento astronomico dell'eclisse di 08 Gennaio 587bc a un improbabile 17° anno del re Nabucodonosor II.

Lo stesso dicasi di un altro test di GoalYear (di 59 anni di durata in questo caso che illustro avanti), effettuato con altri due diversi pianeti; quello che vede Giove e Saturno posizionarsi (con le stesse varianti su calcolo appena riferite su un anno intero), nella tessa posizione fra di loro e fra le stelle.
Tali test, richiederebbero, dove possibile, oltre che una possibile documentazione che attesti l'anno in senso astronomico, pure che il giorno e il mese, siano uguali fra gli anni verificati.

Suddetti test provano in modo astronomico, che fra le due date esaminate trascorsero effettivamente gli anni esaminati: 32, 64, o 59. In tali archi di tempo così definiti, i regnanti che poterono essere allora al potere in quel periodo, con la durata dei loro regni, dovrebbero storicamente corrispondere.

Se si definisce "provato" in senso astronomico un periodo di 32 anni (o dal 523bc al 555bc), in quei 32 due anni devono stare le durate storiche dei seguenti regnanti:
07 anni di Cambise II (o da osservazione di BM 33066 del 523/522bc)
09 anni di Ciro II (o alla conquista di Babilonia del 539bc).
17 del regno di Nabonedo (o al 555bc documentato da eclisse di 6 Ottobre del 555bc o -0554 astronomico).
Sono contati 32 anni interi (astronomici 523 +32 = 555).

Nel successivo ciclo di test, con altri 32 anni interi, si giunge all'anno secolare 587bc. In tal caso, dovrebbe fare fede astronomica l'evento di eclisse di Luna totale del 08 Gennaio* di quell'anno, appunto l'anno 587bc che in tal caso corrisponderebbe a verso la fine del 37° anno del regno di Nabucodonosor II.
La data (comune) da esaminare, si è visto, è in pari giorno e mese di entrambi gli anni esaminati, e si è stimata come giorno e nel mese, al 22 Aprile del 523bc; quale scelta del momento nel quale Venere era ancora in massima elongazione Ovest nei Gemelli e Marte era similmente visibile fra le corna alte del Toro.

Esaminando appunto il giorno 22 Aprile del 587bc, la Luna era dietro alla stella Aldebaran (visibile), come fu registrato nel reperto astronomico o Diario Astronomico noto come VAT 4956 al rigo Obverse 1. In quel giorno (22 Aprile), Venere era nella sua fase di massima elongazione Ovest nei Gemelli mentre Marte era fra le corna alte del Toro essendo entrambi visibili al tramonto di Aldebaran; in quello stesso anno (587bc), il giorno 4 Luglio, occorse un'eclisse di Luna che era a 177 giorni (o sei mesi lunari, o eclisse opposta) dalla precedente eclisse del 08 Gennaio* 587bc. Sicuramente tali (due) eventi occorsero trentadue anni prima del primo anno del regno di Nabonedo su Babilonia. Eppure, negli elaborati del post precedente, sono stati verificati in base a quanto è pure registrato in un reperto astronomico, (Il VAT 4956), che data un 37/38° anno del re Nabucodonosor II

Riferendosi al reperto appena citato, il VAT 4956, nel quale è sopra riferito come anno del re Nabucodonosor II che era allora la potere un suo 37° o 38° anno, la verifica attualmente stimata, al presente, pone tale diario come osservabile durante il 568bc (o 37° anno), trovandosi però così fuori da un possibile e ulteriore riferimento a un ciclo di Venere con Marte di 32 anni, essendo dal 555bc al 568bc conteggiabili solo 13 anni. Eppure, Marte (nei Gemelli allora) e Venere (nei Gemelli pure esso), sono visibili "anche" se l'anno del re sarebbe stato stimato con un anno in meno (37° invece di 38° anno) nella valutazione del reperto.
Una tal cosa è "astronomicamente impossibile".... a meno che...

Venere e Marte in GoalYear con il 555bc non siano stati "osservati" davvero durante un secolare anno 587bc. Quell'anno 587bc, essendo distante esatti 19 anni dal 568bc, oggi diversamente stimato al 568bc, calcola in "ridondanza" orbitale di 10,10 cicli le orbite di Marte, combinandosi così, con la parte di 0,10 di orbita del pianeta intanto percorsa dal suo precedente e decimo giro, che lo rende allora (nel 568bc) lo stesso presente (visibile) anche se con circa 20 gradi più spostato verso Est, appunto posizionato nei Gemelli invece che fra le corna alte della costellazione del Toro dove era originariamente stato osservato 19 anni prima, nel 587bc, o anno (vero) del diario astronomico VAT 4956.

Inoltre, proprio a motivo dell'eclisse di 08 Gennaio* dello stesso anno (o nel secolare 587bc) che era a quasi fine del 37° come regno di Nabucodonosor II, nella registrazione di anno del re per tale eclisse di 08 Gennaio* si riscontra, con le verifiche effettuate, che ci sia incoerenza di assegnazione dell'anno di regno del re Nabucodonosor II fra la LBAT *1420 e il VAT 4956.

Il GoalYear di 32 anni calcolato dal 555bc al 587bc (38° anno), tolti i rimanenti anni di vita di Nabucodonosor (43 - 39° = 4) lascia disponibili 26 anni di regno su Babilonia prima del regno di Nabonedo e dopo quello di Nabucodonosor II; essi possono corrispondere come segue.
04 anni di Neriglissar compreso suo figlio Labashi.
20 anni di Evil-Merodac (da informazioni di Giuseppe Flavio e bibbia).
02 anni di ascesa prima di diventare re per Evil-Merodac; contano:
-------
26 anni.

le foto allegate illustrano le eclissi di Luna elaborate secondo le registrazioni repertate nei diari astronomici e nelle LBAT; esse sono (per ordine di inserimento e andando a ritroso dal 522bc):

Eclisse del 10 Gennaio del 522bc (BM 33066. Opposta (177 giorni dopo) a quella del 523bc partenza di GoalYear.
Eclisse del 17 Luglio 523bc (BM 33066 settimo Cambise), è registrata anche nell'Almagesto di Tolomeo (voce 5).
Eclisse del 06 Ottobre del 555bc; primo anno di Nabonedo, 32 anni dal 523bc.
Eclisse del 4/5 Luglio del 587bc (registrata nel VAT 4956 38° anno di Nabucodonosor II).
Eclisse del 08 Gennaio del 587bc 177 giorni o sei mesi lunari prima del 4 Luglio del 587bc, registrata nella LBAT *1420 (BM 38462) ma falsamente assegnata come essere occorsa nel 17° anno del re Nabucodonosor II da parte di Adda-guppi.

Tutte le eclissi illustrate, sono fenomeni astronomici verificati astronomicamente essendo essi stati "osservati" e "registrati" e catalogati come indicato.

Con la banale "interpretazione" al secolare 568bc, e con una "eclisse che non si verificò" (che fu omessa o non fu osservata), si vorrebbero rendere nulle le indicazioni storico-astronomiche evidenziate delle 5 eclissi appena riferite. Ma la bibbia, non è d'accordo con una datazione del VAT 4956 al 37° anno di Nabucodonosor II in occasione del secolare 568bc ora accreditato. La regola "persiana" usata nel BM 33066, e additata come giustificante alla eclisse non osservata, non era ancora usata presso i Babilonesi che osservarono il VAT 4956; è una regola postuma al periodo Neo-Babilonese; prova ne è la registrazione dell'eclisse che fu registrata nel BM 32312.

A questo punto viene da chiedersi.. Come si conterebbero allora gli anni di regno da quel 38° di Nabucodonosor II nel 587bc al primo anno comune di regno su Assiria e su Babilonia di Assurbanipal e di suo fratello Shamash-shuma-ukin?

(segue).

[Edited by monseppe2 2/10/2018 9:21 AM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
2/1/2018 5:48 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
(6) - identificazione del periodo regnato da Nabopolassar e da Nabucodonosor II

Mediante un GoalYear di Venere con Marte è risultato (o provato) sopra e nel libro "La Ragione della Bibbia", che la posizione astrale dei pianeti corrisponde, e bene, con quella del primo giorno di Nisannu o 22 Aprile del 587bc dove, durante il 38° anno del regno di Nabucodonosor II registrato nella prima riga Obverse del VAT 4956, la Luna fu osservata in prima apparizione dietro alla costellazione del Toro, mentre la sua principale stella Aldebaran era visibile al suo tramonto.
Subito mi si dirà che anche nello stesso giorno e mese ma del 568bc (37° anno di Nabucodonosor II ora accreditato) la Luna era similmente dietro al Toro e la stella Aldebaran era visibile al suo tramonto.
Vero; Infatti, la data del 22 Aprile del 568bc, è distante esattamente 19 anni interi da quella qui esaminata e che è la vera e originale data del VAT 4956.
Continuate a leggere però, per capire dove sta la "differenza".

In quel preciso giorno 22 Aprile 587bc e 38° anno del re Marte, e Venere in massima elongazione Ovest, erano in un'interessante posizione astrale fra di loro e fra le stelle. Posizione che avranno anche nel primo anno di Nabonedo (sempre in pari data del 22 Aprile ma del 555bc) e pure nel 7° anno di Cambise II (ancora in pari data del 22 Aprile ma dell'anno 523bc).

In pari data di giorno e mese, dove possibile, è un più preciso momento per la verifica in GoalYear di 32 anni relativa alla posizione dei due astri riferiti. Le eclissi di Luna registrate per quegli anni appena indicati, nel 523/522bc, nel 555bc, e nel 587bc, e illustrate alla pagina (5), confermano in termini astronomici il cielo che poteva essere stato osservato in quei giorni; appunto verificati alla pari data del 22 Aprile in quei tre diversi anni com'è illustrato dalle foto elaborate allegate alla pagina (4).

Mentre nel VAT 4956 è leggibile un ambiguo 37/38° anno del re, è solo e proprio nel 38° anno del regno di Nabucodonosor II che tale configurazione astronomica è così ben corrispondentemente provata anche per i secolari anni 555bc e 523bc, e confermata da altri riscontri documentali (e biblici), riferibili allo specifico e secolare anno 587bc. Queste tre date specifiche, 587bc, 555bc, e 523bc, si legano indissolubilmente come contigue, oltre a Nabucodonosor II, anche al regno Nabopolassar, padre di Nabucodonosor II; 43 + 21 = 64 anni in totale.

Infatti, da 38° anno a 43° anno di Nabucodonosor II si contano altri 5 anni di regno, 587bc + 5 anni = 582bc (o vero anno della morte di Nabucodonosor II, in Settembre/Ottobre) e quindi, l'arco di tempo di 64 anni (32 + 32) contato a ritroso da quell'evento (582bc - 64 anni = 646bc) dovrebbe trovare al suo interno anche un legame corrispondente con un altro GoalYear, di 59 anni. GoalYear che stavolta, è relativo a Saturno riferito assieme a Giove, oltre che a quello già valutato di 64 anni sopra evidenziati in direzione di Cambise II. In merito alle eclissi di Luna poi, si dovrebbe poter trovare nello stesso arco di tempo, almeno un'altra concordanza a distanza di 54 anni e 33 giorni stavolta, da quella del 4 Luglio registrata nel VAT 4956.

Riferendo quindi come base sempre il VAT 4956 stimato per il 38° anno del re, il conto di 59 anni, dal 587bc, andando a ritroso verso Nabopolassar, segnala l'anno 646bc (o, veramente, l'anno senza un re su Babilonia, in Settembre/Ottobre), il quale era anche l'anno (vero) di ascesa di Nabopolassar e, contando pure sulla durata del regno di Assurbanipal (stimato alla sua "vera" data di inizio nel 669bc), il 646bc corrisponde pure al 24° anno di regno per tale re su Assiria (con capitale in Ninive).

Nel giorno 22/23 Aprile del 587bc, mentre Marte era fra le corna del Toro e Venere era in massima elongazione Ovest e nei Gemelli, Saturno era vicino alla stella centrale del Granchio mentre Giove era in Ariete; vedi la prima foto allegata, dove Saturno è in alto, nel Granchio e Giove, è in basso, nell'Ariete.
Dovrei perciò trovare pure una posizione astrale simile (per Saturno e per Giove) in pari data di mese, anche nel 646bc sopra calcolato. E così è, come illustra l'elaborato della seconda foto allegata.

Posso però in qualche modo documentare che il cielo di quell'anno fu "osservato" durante l'anno 646bc? Posso; ho trovato anche per questo un riferimento documentale. Il secolare anno 646bc è documentabile tramite il BM 32363 (Teoretical Text II' 3'-4') che [calcola] per il 1 Marzo di tale anno una possibile eclisse di luna (che effettivamente, come evento astronomico), ci fu; vedi la quarta foto allegata, mentre nella terza foto ne è presentato l'elaborato della NASA per la stessa eclisse; (l'anno segnato dalla NASA è con la notazione astronomica di anno -0645bc che è sempre catalogato con un anno in meno rispetto all'anno secolare come, in questo caso, segnato come anno 646bc).

Nella quarta foto allegata, proprio durante l'eclisse di luna del 646bc, è possibile confermare la posizione di Saturno, nella costellazione del Granchio, proprio come lo sarò anche 59 anni dopo, pure nel 587bc, durante il primo giorno del primo mese Nisannu del 38° anno del regno di Nabucodonosor II, e com'è registrato nel secondo rigo Obverse del VAT 4956 ma sempre riferito alla notte di quel primo giorno di Nisannu.
Il riferimento ai "Pesci" (con SIM) in tale riga, Obverse 2 e con "SIM-MAH" nel rigo Obverse 9, è col termine "ina IGI (in opposizione)" e registra che la costellazione dei Pesci, riferita forse alla stella Enif di quella vasta costellazione, che includeva pure il Pegaso attuale, fosse stata osservata "in opposizione (Est/Ovest)" sull'orizzonte, al pianeta Saturno ivi registrato in modo molto particolare anche nella riga Obverse 9, a alla distanza di un esatto mese lunare.

Queste concordanze astronomiche, non sono "casuali"; risultano così bene in quanto si sta seguendo gli eventi sia astronomici e sia di regno che effettivamente occorsero. Esse confermano i tempi suggeriti dalla storia biblica la quale con i 70 anni di esilio Giudaico iniziati durante il 18° anno di Nabucodonosor II nel 607 a.e.v. e finiti nel 537bc, e con i 37 anni completi dell'esilio in Babilonia di Ioiachin re di Giudea, addita come maggiormente corrispondente anche il periodo di 64 anni regnati da Nabopolassar (21) e da Nabucodonosor II (43) il quale diventa così da collocarsi fra il 646/645bc e il 582bc mentre, proprio a 59 anni dal giorno 22 Aprile del 646bc, correva appunto il 38° anno di Nabucodonosor II durante il secolare anno 587/586 a.e.v. e pure (vero) anno di osservazione del VAT 4956; 21 anni + 38 anni = 59 anni (solari).

Tutto questo esclude che il secolare anno 587bc possa essere stimato correttamente come un 18° anno del re Nabucodonosor su Babilonia, in quanto esso era realmente il suo (vero) 38° anno di regno.

Infatti, mentre io sto diversamente stimando con un solo anno in più il VAT 4956, valutandolo al 38° anno come dev'essere effettivamente stimato, invece di un 37° anno del re, nel VAT 4956 seppure stimato al 588bc per un 37° anno, non risulta essere segnato un 17/18° anno del re, bensì è leggibile solo un 37/38° anno. Le verifiche qui fatte, sono state basate proprio sui fenomeni astronomici che sono coerenti con le informazioni registrate nel VAT 4956.

Eppure, l'eclisse di luna che occorse 177 giorni (o sei mesi lunari) prima di quella del 4/5 Luglio di tale 38° anno (stimato al 587bc, e che è registrata alle righe Obverse 17 e 18 del VAT 4956), era proprio quella che fu preceduta da quella del giorno 8 Gennaio 587bc; eclisse occorsa durante il 587bc la quale, invece, nella LBAT 1420 (o reperto BM 38462) è indubbiamente registrata con un 17° anno del re (Nabucodonosor II)!

Ciò rende conseguentemente dubbia la registrazione dell'anno di regno di Nabucodonosor II chiaramente segnato nella LBAT 1420; infatti, tale anno di regno fu alterato anticamente da Adda-guppi la quale (distruggendo il documento originale) lo fece probabilmente così ricopiare con le assegnazioni di anno slittate (come numero di anno del regno) di 20 anno addietro, ottenendo (come numero di anno secolare) una obbiettiva, seppure non veritiera, classificazione che è oggi stata stimata a venti anni dopo o al 568bc in luogo dell'originale anno 587bc per il 38° anno del regno di Nabucodonosor II.

------------------------------------------------------------------

Un esame incrociato fra le cronologie dei re riferite da Adda-guppi e Tolomeo

Nel reperto archeologico Nabonedo H1, B, Col. I, alle righe 29-33, essa (Adda-guppi) dichiara una cronologia che fa partire dal 20° anno di Assurbanipal, riferendolo come l'anno nel quale essa nacque. Da quell'anno, essa registra i seguenti tempi di regno:

Fino al 42° anno di Assurbanipal (22 anni)
i 3 anni del figlio del re d'Assiria Assur-etillu-ili (3 anni) (Adda-guppi, qui omette un anno senza un re)...
i 21 anni di Nabopolassar, (21 anni)
i 43 anni di Nabucodonosor II (43 anni)
i 2 anni di Evil-Merodac (2 anni di reggenza? Non ufficiali o riconosciuti dai babilonesi)
i 4 anni di Neriglissar; include i mesi di Labashi ma non lo cita; (4 anni).
22 + 3 + 21 + 43 + 2 + 4 anni di regno sommano i 95 anni fino all'inizio del regno di Nabonedo e da lei dichiarati al rigo 33 di Colonna I.

Di essa è poi dichiarato (in Col. I, righe 26-28), che ella visse per 104 anni (evidentemente contati dal 20° anno di Assurbanipal su Assiria) cosa questa, che porta la sua morte al nono anno del regno di Nabonedo e in occasione del secolare anno 547/546bc.

547bc + 104 anni (contati a ritroso) indicano al 651/650bc l'anno della sua nascita, e quindi, per sua dichiarazione, l'anno 651/650bc deve corrispondere anche al 20° anno del regno di Assurbanipal su Assiria.

Che cosa registra, invece, nella sua cronologia dei regni Tolomeo?
I regni di Assurbanipal e di Shamash suo fratello iniziarono nello stesso anno, tempo che Tolomeo registra come essere (riferendo il regno di Shamash su Babilonia) iniziato nel secolare anno 667bc (anno che lui classifica come 81° anno da Nabonassar). Li conto.

667/666bc + 20° anno di Assurbanipal (e quindi di Shamash) cadrebbe quindi nel 648/647bc. Da qui, "secondo Tolomeo", io dovrei iniziare a contare i 104 anni di vita vissuta da parte di Adda-guppi.
Li conto.

648/647bc - 104 anni = 544/543bc, che sarebbe, però, per la cronologia ora accreditata (e vera) il 12° anno del regno di Nabonedo, e non il "nono (9)" anno che dovrebbe risultare dai 95 anni registrati da Adda-guppi.
Mancano almeno 4 (anni ordinali) pari a 3 (anni completi). Tolomeo fece evidentemente errori cronologici.

Come riferisco nel libro "la Ragione della Bibbia", e come illustro nei grafici allegati, i regni congiunti di Assurbanipal su Assiria e di Shamash su Babilonia, ebbero inizio nel (vero) secolare anno 669 a.e.v. (in primavera).
Ricontando come sopra i tempi di vita di Adda-guppi perciò, trovo:

669bc - 20° anno (di regno) = 650bc; in tale anno Nasceva Adda-guppi. Il 20° di Assurbanipal su Assiria fu anche l'anno della morte di Shamash, fratello di Assurbanipal.

Conto da qui (650/649bc) l'inizio dei suoi 104 anni di vita e giungo al secolare anno 547/546bc; questo tempo (547bc), per la cronologia attuale (e anche biblica), corrisponde al Nono anno del regno di Nabonedo, ovvero quando Adda-guppi morì dopo che aveva compiuto i suoi 104 anni di vita.

E' vera quindi la cronologia di Adda-guppi, mentre è Tolomeo che sbaglia gli anni della sua cronologia?
Se si osserva bene, la differenza riferita alla morte di Adda-guppi, è di 3 + 1 anni (3 Kandalanu e 1 senza regno).
Adda-guppi dichiara solo 3 anni di regno per Assur-etillu-ili, prima di Nabopolassar, ma omette l'anno senza un re su Babilonia nel 646bc.

Tolomeo non cita affatto i tre anni e l'anno senza un regno, ma riferisce 22 anni per un regno di "Kandalanu"; in tale durata di regno ci incluse anche l'anno senza un re su Babilonia, come si comprende dai 21 anni registrati nella lista di Uruk per il "Kandalanu". Nel grafico è illustrato questo particolare.

Questa differenza cronologica fra Tolomeo e Adda-guppi, evidenzia l'obiettivo della madre di Nabonedo, di coprire i 20 anni di regno storicamente soppressi al re Evi-Merodac, facendone attribuire il vuoto storico risultante come assegnabile a un fantomatico regno 21/22ennale attribuibile solo a un "Kandalanu", personaggio storico realmente esistito (riferito nel BM 86379 rigo 24), ma che nella realtà storica fu lo stesso figlio di Assurbanipal, e nipote di Shamash; Assur-etillu-ili.

Nella cronologia (vera) e ricostruita in base alle informazioni storiche della bibbia per quel periodo, durante i 104 anni di Adda-guppi, dalla sua nascita nel 20° anno di Assurbanipal si susseguirono (realmente) i seguenti regnanti:

22 anni restanti di regno per Assurbanipal che regnava su Assiria (o fino alla sua morte).
in quei 22 anni (di Assurbanipal su Assiria), per 20 anni regnò su Babilonia suo fratello Shamash. (2 anni aveva Adda-guppi).

Per tre anni regnò su Babilonia il figlio di Assurbanipal e nipote di Shamash, Assur-etillu-ili (il solo e "vero" Kandalanu"); (5 anni aveva Adda-guppi).

Per un anno non ci fu un re su Babilonia. (6 anni aveva Adda-guppi).

Per 21 anni regnò su Babilonia Nabopolassar (27 anni aveva Adda-guppi).

Per 43 anni regnò su Babilonia Nabucodonosor II (70 anni aveva Adda-guppi).

Per due anni fu impedito o non fu riconosciuto come re su babilonia Evil-Merodac. (72 anni aveva Adda-guppi).

per 20 anni regnò (veramente) Evil-Merodac. (92 anni aveva Adda-guppi).

Per 4 anni regnò Neriglissar (e pochi mesi nel frattempo suo figlio Labashi). (96 anni aveva Adda-guppi).

Era nel suo nono anno di regno Nabonedo l'anziana signora Adda-guppi, moriva alla veneranda età di 104 anni compiuti (o mentre stava vivendo il suo 105° anno), durante il secolare anno 547/546bc.

"La Ragione della della Bibbia" (o la verità) trionfa su ogni abile e nascosto inganno che possa eseere stato fatto in passato.

Ogni altra cosa, "è vanità!....

monseppe2

------------------------------------------------------------------

Poiché l'anno 646bc era l'anno dell'ascesa (o presa del potere militare) di Nabopolassar, mentre egli anche combatteva contro due generali Assiri per il dominio di Babilonia (BM 86379 righe 24-26 e lista dei re di Uruk), durante tale anno 646bc o da Marzo/aprile del 646bc al Marzo/Aprile del 645bc, su Babilonia non ci fu nessun "re" ufficialmente riconosciuto dai Babilonesi; come registra pure il reperto BM 25127 al rigo 24. Eppure stranamente, sia Adda-guppi e sia Tolomeo ignorano o non riferiscono quell'anno 646bc (o 626bc ora accreditato) senza un re su Babilonia.
Faccio presente che, Tolomeo, in altre parti della sua lista dei re su Babilonia, quando i babilonesi non ne avevano riconosciuto il sovrano (anche se conquistatore), specifica gli anni senza regno su Babilonia almeno in due casi; cosa questa, che rende "strana" l'omissione dell'anno senza regno registrato nel reperto BM 25127 al rigo 14.

Tutto questo evidenzia pure un errore di Tolomeo, di "due anni" (il quale fece partire i regni di Assiria e di Babilonia dal 667bc invece che dal vero 669bc), come inizio degli anni di regno attribuibili ai re Assiro e Babilonese del periodo Neo-Babilonese.
Infatti, per l'anno 646bc Tolomeo registra come regnante su Babilonia un "*Kandalanu" che era addirittura al suo secondo anno di regno (anno 102 di Nabonassar). Questa registrazione, pertanto, entra in conflitto storico di eventi per i re registrati da Tolomeo, in quanto proprio in quel suo secondo anno di regno riferito da Tolomeo, l'anno 646/645bc o 626/625bc che sia, nessun re (Neppure un "Kandalanu") stava regnando su Babilonia.

Nel grafico della cronologia dei regni ricostruita secondo le informazioni storiche della Bibbia e illustrata nel libro "La Ragione della Bibbia" (Vedi le foto qui allegata a pagina (3)), le verifiche astronomiche sopra illustrate trovano corrispondenza con i tempi di tutti i regnanti effettivamente al potere durante tali fenomeni. Il VAT 4956 ne viene così rivendicato come essere stato osservato durante l'anno 587/586 a.e.v. o durante il trentottesimo anno del regno di Nabucodonosor II su Babilonia.

Venti anni prima dell'osservazione del VAT 4956, e quindi durante il vero 18° anno del caldeo regno di Nabucodonosor II su Babilonia, nel Novilunio del quinto mese (fatto narrato da Giuseppe Flavio), in senso astronomico (non essendo riferito da Flavio il fenomeno) ci fu un'eclisse di sole parziale con il 75% di copertura. In quel giorno dell'eclisse (ripeto: non riferita da Flavio) il quale ne riferisce però il preciso giorno o il tempo come "Novilunio del quinto mese", motivo per il quale l'ho trovata, da Ribla (Amat, attuale Siria) il re di Babilonia diede ordine al suo generale Nebuzaradan di andare a Gerusalemme per distruggere la città e il suo tempio. Tale opera distruttiva fu iniziata da Nebuzaradan a partire dal giorno di Sabato 8/9 Agosto del 607 a.e.v. (il giorno Ebraico e Babilonese iniziava al tramonto del Sole).
Pertanto, l'attuale datazione a un improbabile anno 587bc per tale evento, per quanto sia tutt'ora accreditata in modo accademico, è decisamente non coerente con i fatti che si svolsero realmente in quel lontano periodo.

Esiste anche un'ulteriore riferimento astronomico.
Le eclissi di Luna (e di sole, specialmente se Totali) ogni 54 anni e 33 giorni, si replicano molto similmente e quasi nello stesso posto. Oggi suddetto fenomeno, composto da tre cicli di eclissi detti "Saros" di 18 anni e 11 giorni, è noto come "Exeligmos".

Sempre riferendo L'eclisse totale di ombra di Luna (della famiglia Saros oggi numerata in n° 49) del 4/5 Luglio del 587bc, (riferita nel VAT 4956 alle righe Obverse 17 e 18), andando addietro di suddetti 54 anni e 33 giorni, si giunge all'anno 641bc il quale, come sopra accennato è entro il periodo contiguo regnato da Nabopolassar e da Nabucodonosor II.
Stavolta, non ho trovato documentazione specifica (per l'eclisse di Luna di ombra totale del 641bc), anche in quanto è ben ipotizzabile che la regina Adda-guppi, la madre di Nabonedo, ne possa aver distrutto le eventuali registrazioni originali, quando Nabonedo divenne re su Babilonia. I tempi corrispondono però, e bene, con il (vero) 5° anno di Nabopolassar o al 2 Giugno del 641bc.

Le foto quinta, sesta, settima e ottava sotto allegate, illustrano gli elaborati di suddette eclissi, sia della NASA e sia quelli effettuati con RedShift6 per quell'anno 641bc, per il cielo astronomico del 5° di Nabopolassar, e pure per quelli del cielo astronomico del 38° di Nabucodonosor (nel 587bc), i quali legano i due eventi fra loro; regno di Nabopolassar 5° anno + 54 anni e 33 giorni, con quello di Nabucodonosor II al 4 Luglio del 587bc, ovvero entro i 64 anni sopra riferiti che vanno dal 646/645bc al 582bc.

Ma c'è di più!

l'anno 641bc (o 5° di Nabopolassar) è distante, (guarda caso) proprio 59 anni (solari o astronomici) dall'anno 582bc (morte di Nabucodonosor II) il quale evento, altri 59 anni dopo, giunge all'anno 523bc o settimo anno di Cambise II, legando ora in un periodo di 118 anni i regni che possono essere conteggiati dal quinto anno di Nabopolassar al settimo di Cambise II (641 +(-) 59 = 582 +(-) 59 = 523bc); anni che possono essere così ricostruiti come segue.

16 (solari) rimasti di Nabopolassar dopo il 641bc, morirà nel 625bc.
43 di Nabucodonosor II, che morirà nel 582bc.
02 provvisori di Evil-Merodac (dichiarati come regnati da Adda-guppi),
20 di regno vero per Evil-Merodac che morirà nel 560bc.
04 di Neriglissar e di Labashi,
17 di Nabonedo, che sarà confitto nel 539bc.
09 di Ciro II, morirà nel 530bc.
07 di Cambise II, durante il 523/522bc, totalizzano:
------
118 anni (solari) dal 641bc al 523bc, appunto come suggerito dai tempi storici indicati dalla Bibbia.
Notate che i tempi conteggiati sono partiti da Nabopolassar!

Pertanto, i pianeti Saturno e Giove, (con la dovuta tolleranza per Giove (il quale, con 11,9 anni per 5 suoi cicli, conta 59,5 anni contro i 29,5 per due cicli = 59 di Saturno), saranno in posizione astronomica coerente fra loro e fra le stelle in pari data nell'anno 641bc, nell'anno 582bc e nell'anno 523bc, come illustrano le foto allegate nona, decima e undicesima.

Saturno si mantiene in posizione astronomica rispetto al solco della costellazione della Vergine mentre Giove, per via del mezzo anno (sei mesi) sopra conteggiato è, nei due cicli di 59 anni, sempre nella Vergine ma, nel 523bc, è coerentemente posizionato con la stella Zavijah della costellazione. Giove, infatti, nei due cicli di 59 anni interi qui conteggiati, perde circa sei mesi di orbita fra le due date, trovandosi quindi coerentemente ai circa 15° gradi più a Ovest che negli elaborati lo separano dal Saturno del 641bc.

Riguardo al 5° anno di Nabopolassar, attualmente assegnato al 621bc, è fatto riferimento all'eclissi di luna di ombra parziale che Tolomeo assegnò (erroneamente) al 5° anno di Nabopolassar (o anno 127 di Nabonassar) e che è registrata nel suo Almagesto prima dell'eclisse del 7° anno di Cambise II del 523bc. E' indubbio che nel 621bc occorse proprio quella eclisse, di Saros n° 31. Ma in quell'anno 621bc, chi stava regnando su Babilonia e in quale anno del suo regno egli stava regnando?

Nel 621bc, stava regnando su Babilonia, Nabucodonosor II mentre era al suo quarto anno di regno; è in quell'anno del suo regno che ci fu l'eclisse che Tolomeo erroneamente attribuì poi al 5° anno di Nabopolassar.
E l'eclisse di 11 Aprile del 601bc, che nella LBAT 1420 è registrata per il quarto anno di Nabucodonosor allora, dove va messa?

Essa resterà appunto come occorsa durante il secolare anno 601bc, (-0600 astronomico) ma quale anno di regno era quello per Nabucodonosor?
Ora si fa presto a ridefinirlo.
Era [l'attuale ] + i 20 anni (depennati da Adda-guppi a Evil-Merodac) = il mese di Nisannu (11 Aprile) del suo 24° anno di regno, appunto durante il 601/600bc. Si noti che mentre l'eclisse di Luna del 621bc (quarto anno di Nabucodonosor II) fu il 22 Aprile, quella occorsa nel suo 24° anno (o 20 anni dopo, che sono 19 anni solari più un anno), la luna ha perso i suoi circa 11 giorni che perde dopo un anno metonico di 19 anni o dopo un anno precedente, (da 22 Aprile al 11 Aprile) legando le due eclissi, del 621bc e quella del 601bc, al 4° e al 24° anno del regno di Nabucodonosor II. un ciclo metonico dopo il 601bc, infatti, nel 582bc, nel suo 43° anno di regno morirà Nabucodonosor II re di Babilonia.

Qualche "attento" fautore del 567bc per il VAT 4956 potrebbe anche (giustamente) farmi notare che se è vero che io segnalo due GoalYear di 32 anni fra Venere e Marte dalla (vera) data del 587bc del VAT 4956 al 555bc di Nabonedo e al 7° anno di regno di Cambise II sopra visti, è altrettanto valido allora segnalare un GoalYear di 32 anni dal 621bc come 5° di Nabopolassar verso il regno di Shamash nel secolare anno 653bc (621bc meno 32 anni = 653bc) confermabile dal BM 32312 (battaglia di Hiritu verso il 27° giorno del XII mese del (vero!) 16° anno di Shamash e relativa eclisse di luna). Vero, ma.... facciamo un poco di conti.

SE, (secondo Tolomeo) 621bc = 5° anno del regno di Nabopolassar, - 32 anni addietro, giungo al 653bc come (vero)
16° di Shamash (o 15° se 95° da Nabonassar secondo Tolomeo), si contano:
5 anni di Nabopolassar, + 22 del *Kandalanu, + 5 di Shamash = 33 anni (a motivo dell'anno senza un re su Babilonia che Tolomeo omette). con 33 anni, Il GoalYear non potrebbe essere applicato.

Se, invece, 621bc = 4° anno di Nabucodonosor II, - 32 anni addietro, giungo comunque al 653bc come 16


Cominciano a schiarirsi ora le idee?
Anche se nella LBAT 1420 l'eclisse di 8 Gennaio 587bc fu registrata (in modo volutamente alterato da Adda-guppi) come un 17° anno del re Nabucodonosor l'eclisse di luna di 8 Gennaio del 587bc, essa avvenne, in senso astronomico, solo 177 giorni prima di quella di 4/5 Luglio del 587bc (ovvero nell'anno anno 37/38 registrato del VAT 4956, che appunto riferisce un 37/38° anno del suo regno)!
Il legame fra eclisse di 8 Gennaio ed eclisse di 4/5 Luglio del 587bc, "conferma" lo slittamento delle assegnazioni dei regni per i re Nabucodonosor e Nabopolassar, slittati nelle assegnazioni del loro anno di regno con 20 anni (secolari) in avanti rispetto al loro effettivo anno di regno, rendendo l'evento occorso nel 38° anno del 587/586bc come se fosse occorso nel (andando "avanti" nel tempo "bc", gli anni vanno decrescendo) nel 568/567bc.

Per come furono conteggiati gli aventi passati, occorre capire che mentre dal 587bc al 568bc si contano 20 anni di "regno", in senso astronomico, di fatto, ne sono trascorsi solo esattamente 19 anni solari, in quanto i regni venivano conteggiati con "primo o in modo ordinale" appena iniziavano e non dopo che essi erano finiti (o in modo cardinale come i compleanni).

Perciò, ripristinando indietro i 20 anni, dal 17° anno ottenuto con 588/587bc meno 20 = 568/567bc, (in quanto l'aumento di anni in ritroso aumenta il numero degli anni), si trova che anche l'eclisse di Luna totale che ci fu in 8 Gennaio, occorse nell'anno 587bc, ma mentre era quasi finito il 37° anno di regno (vero) di Nabucodonosor II e fu seguito, per questo, dopo sei mesi lunari, e sempre nel 587bc, dalla successiva eclisse di Luna del 4/5 Luglio del 587bc che è registrata nel VAT 4956 alle righe Obverse 17 e 18.

Secondo la lista dei re su Babilonia redatta [erroneamente] da Tolomeo, l'anno secolare 587bc è fatto coincidere con il 17/18° anno di Nabucodonosor II (o anno 160/161 di Nabonassar) eppure....

Nel VAT 4956 al rigo Obverse 7, è registrato che il re Nabucodonosor II nel secolare anno 587bc (o attualmente accreditato anno 568bc) era in Babilonia, e poiché l'eclisse di 4/5 Luglio che era distante solo sei mesi lunari da quella di 8 Gennaio dello stesso anno 587bc (o 568bc che sia) occorse nello stesso anno secolare, il re Nabucodonosor non poteva aver intrapreso in quell'anno (o in quegli anni) la campagna militare di parecchi anni (iniziata di fatto nel 609bc ma al presente accreditata al 589bc) contro gli egiziani prima (verso il vero agosto 609bc) e contro Gerusalemme e Tiro poi nel vero 607/606bc, se si cercasse di far coincidere un 16/17 o 18° anno del re con il secolare anno 588/587bc!.

Eppure la storia accreditata oggi per gli stessi eventi, riferisce che durante il suo 18° anno di regno, che è attualmente [accreditato] al 587bc, il re fosse in Palestina per conquistare e distruggere Gerusalemme!

Sopra ho ricordato che Giuseppe Flavio riferisce che nel "Novilunio" del V mese (AB) il re era nella zona di Amat (Siria) quando diede il comando al suo generale Nebuzaradan di "andare" in Gerusalemme per distruggere la città e il suo Tempio; cosa che tale generale fece, arrivando nel settimo giorno del mese e, entrando in Gerusalemme a partire dal decimo giorno del mese di AB che corrisponde proprio al secolare anno di sabato 8/9 Agosto del 607 a.e.v.

Nel 607bc (o legata al 18° anno di Nabucodonosor) nel giorno del novilunio, ci fu un'eclisse parziale di sole visibile da Babilonia e illustrata nelle foto 12 e 13 allegate. In quell'anno 607 a.e.v. (o nel vero 18° anno di Nabucodonosor II) non si potevano vedere eclissi di Luna (la NASA le cataloga con "N" (non visibili)!
Eppure, nel giorno 8 Gennaio (e 4 Luglio) del 587bc (se era 18° anno del re), ci furono due astronomicamente improbabili eclissi totali di Luna ben visibili!
Non basta; forse vi stufo, ma questo trovo e questo mostro.

Seppure non mi risulta essere stata registrata, "A conferma astronomica" che non m'invento nulla, nell'anno della morte (vera) di Nabucodonosor II o nel 582bc, in Babilonia, fu visibile nuovamente una eclisse di Sole parziale al circa il 70% di copertura del disco solare, come illustrata delle foto quattordicesima (NASA) e quindicesima (con RedShift6) allegate.
Le mostro in quanto anche in questo caso, risulta essere registrata, in occasione dell'anno della morte di Nabucodonosor, ora stimata al 562bc, per il 3 Marzo del 562bc, un'eclisse totale di Luna che torna a contrastare con l'evento storico di Gerusalemme inerente a Nabucodonosor II.
Contrasta, in quanto suddetta eclisse di luna del 562bc (BM 41536 II, 5-8) sarebbe da assegnare correttamente come occorsa durante la fine (XII mese) del 17° anno (vero) di regno su Babilonia del re Evil-Merodac.
Non conosco quel reperto (non sono riuscito a trovare il BM 41536) per esaminarlo, ma anche se vi fosse chiaramente inciso un 42° anno di Nabucodonosor, certamente fu una delle registrazioni possibilmente alterate anticamente da Adda-guppi.

Occorre "capire", che se l'eclisse di 4/5 Luglio 587bc occorse durante lo stesso anno di quella di 8 Gennaio, essa non può essere separata con 19 anni di tempo per poterla mettere anche con quella di otto gennaio nel 587bc al 17° anno del re, in quanto quella del quattro Luglio nel 587bc (occorsa sei mesi dopo), nel 568bc non fu "osservabile da Babilonia", mentre, proprio perché era opposta (o sei mesi lunari dopo) all'eclisse totale del 587bc, doveva essere almeno per forza "visibile". Chi conosce astronomia può capire bene cosa sto affermando e nel libro lo illustro pure.

Nel giorno 7 Gennaio del 568bc ci fu, e fu visibile da Babilonia, un'eclisse di ombra parziale di luna la quale, benché non sia stata catalogata, occorse, appunto sei mesi lunari prima di quella così detta "che non si verificò" del 4/5 Luglio 568bc.

La similitudine delle date (7/8 Gennaio e 4/5 Luglio) fra gli anni 587bc e il 568bc è puramente possibile "per "ridondanza" metonica" come spiego ampiamente nel libro ma astronomicamente, gli eventi di eclisse e la posizione di Giove e di Saturno specialmente, nel secolare anno 568bc, "non sono e non possono essere" quelle registrati nel VAT 4956.

[Edited by monseppe2 2/24/2018 9:13 AM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
12/4/2018 11:30 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
La cometa Hale-Bopp desaparesida

La Bella cometa Hale-Bopp osservata a occhio nudo da molti nel passato marzo del 1997, è un fatto incontestabile.

Non avendo al presente informazioni dal passato su questa cometa, essa è attualmente definita al suo primo avvistamento.

sin dal suo primo avvistamento tramite telescopi o cannocchiali, (intorno al 1995), se ne è cominciata e definire la sua massa, velocità, inclinazione orbitale, mentre si addentrava nel nostro sistema solare.

Dal suo lento avvicinarsi, inizialmente a suddetta cometa fu attribuito un percorso di Perielio (ritorno a punto più vicino al sole) stimato intorno ai 4200 anni circa. Ovviamente, in fase di primo avvistamento e inizialmente, tale tempo di perielio poteva solo essere una "stima".

Dopo che la cometa ha ricevuto la spinta acceleratrice dei campi gravitazionali di Giove e successivamente del sole, verso la primavera del 1997, ovviamente la sua velocità media si era abbassata a intorno i 2500 anni.

Dopo aver doppiato il sole, ed essersi avvicinata al punto più prossimo alla terra (diversi milioni di chilometri), ovviamente, la cometa ha iniziato ad avere la classica azione frenante dovuta alla massa solare dalla quale si stava allontanando e dei grandi pianeti che similmente ne rallentavano il suo allontanamento.

L'insieme di queste forze, "acceleratrici" e "frenanti", quando la cometa è praticamente fuori del nostro sistema solare, sono chiamate: "perturbazioni planetarie", alle quali la cometa, una volta definita la sua massa e piano orbitale (quasi verticale al sistema solare, essendo di circa 89 gradi), andrà incontro per ogni sui "ritorno" o "precedente passaggio" nel nostro sistema solare.

In modo "pratico" si può definite completo il suo percorso medio (velocità ingresso e velocità uscita) che poi, allontanandosi dal sole (o dal 2017 circa) la cometa ormai (praticamente spenta) risente minimamente in merito alla sua velocità complessiva e quindi sul sulla durata del suo perielio stesso.

Le sue variazioni successive, ormai (osservabili solo con potenti telescopi) possono definire ancora piccoli aggiustamenti, che ritengo siano di pochissimi anni, o solo un paio, fino a un suo ritorno allo stesso punto dal quale essa torni a risentire delle perturbazioni planetarie che incontrerà al suo riavvicinarsi alla sistema solare.

Tali perturbazioni, o la loro influenza sulla velocità e percorso della cometa, dopo un suo primo passaggio, sono ora ben calcolabili con gli attuali algoritmi delle perturbazioni planetarie usate per ogni corpo celeste.

La stima migliore che ho potuto "testare" da dopo il 2000 scorso circa, con il programma RedShift6, era quella di 2516,9 anni per la durata del perielio.

Le foto allegate dimostrano ciò che era calcolabile per l'Hale-Bopp con il perielio (vicino a quello finale, ritengo) di 2516,9 anni.

La prima foto illustra che la cometa, col perielio suddetto, era possibilmente visibile durante il 521bc o durante il primo anno del regno di Dario I (Istaspe). come la trovai prima del 2018 o prima del cambiamento del suo perielio poi inserito con valori diversi (non da me) nel programma..

La seconda foto dimostra come, riferita alla stella Capella, in pari data di anno, mese, giorno e ora e minuti, la "cometa" Hale-Bopp, con lo stesso programma, non sia più calcolabile.

E' stato cambiata la "sola durata" del perielio della cometa; da 2516,p anni, riducendolo in 2497,9 anni o con 19 anni (solari) "esatti" in meno portando un suo "possibile" passato avvistamento ad un improbabile 502/501bc. In tal caso, senza riferimenti "storici specifici".

La terza foto, "ricalcola", con un precedente programma di RedShift6 (la versione "focus"), alla stessa e pari data, la presenza calcolabile originariamente per la cometa Hale-Bopp. Ho ritrovato la "pecorella smarrita"!!!! [SM=g27990] In tal caso, sarebbe vicina a un importante riferimento storico che sia il BM 33066 o pure il primo anno del regno di Dario I il persiano (Istaspe).
Nel libro "la ragione della Bibbia", io illustro che il diario BM 33066 del 523/522bc è in accordo astronomico con il diario VAT 4956 osservato realmente nel 587bc. Ciò sarebbe un riferimento "storico-astronomico" davvero "interessante".... ma...

Perché tale "non piccola" correzione di "19 anni solari" su un ciclo di oltre 2000 anni ma stimata dopo il 2017/2018 quando la cometa era fuori del sistema solare? Come la "giustificherebbero?" tenendo conto del suo piano orbitale praticamente perpendicolare all'eclittica dei pianeti?.

Io non posso dirvi "il" perché ciò sia stato stato fatto e, sinceramente, non lo trovo "scientificamente" corretto o "serio"... [SM=g10765] Mi viene un "sospetto".

monseppe2


[Edited by monseppe2 2/14/2019 9:16 AM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
2/14/2019 10:39 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
La cometa Hale-Bopp desaparesida

Segue.

Ho provato a "seguire" il percorso della cometa del 1997 sulla base delle informazioni che ho trovato in rete e con i riscontri dati dai parametri inseriti in merito alla Hale-Bopp e che sia stimata con perielio della durata di 2516,9 anni (ideale, ritengo in perielio di circa 2518,9 anni).

includo una mia ricostruzione del percorso di quella bella cometa del secolo scorso. Se non altro, renderà l'idea delle sue caratteristiche che sono risuscito a trovare.

monseppe2
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
2/14/2019 11:10 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 417
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
La cometa Hale-Bopp desaparesida

Seguono alcune verifiche astronomiche fatte col programma sopra accennato, RedShift6.
Giusto per avere illustrazioni astronomiche della cometa.

Con il valore "vicino a quello che ritengo giusto (e che stimo in 2518,9 anni)", o col perielio calcolato a 2516,9 anni del programma, ho confrontato la cometa osservata nel 1997
del secolo scorso con una data segnalata in una riga del BM 33066.

Trovo "interessante" questo risultato.

confrontare le due foto.
La data del 521bc (seconda foto) è stata verificata su un riferimento (mese, giorno anno) dato da una riga del BM 33066 (o Strassmaier Cambise n. 400)

Stimata con perielio da me ipotizzato in 2519 anni (2518,9) nel 522bc (ottavo anno di Cambise II) la cometa, rispetto alle stelle, sarebbe circa in quella posizione, ma forse con una magnitudo maggiore.

Fintanto che nel programma non avrò il parametro a 2528,9 anni per il perielio, purtroppo, non potrò verificare quanto questa mia "ipotesi" possa corrispondere a una possibile osservazione della cometa nel passato.

In ogni caso, essendo il BM 33066 del 523/522bc legato astronomicamente al VAT 4956 ma stimato come osservato nel 587bc e durante il 38° anno di Nabucodonosor II, un possibile passaggio di tale cometa che sia stato osservato in quell'anno (522/521bc) come transitante e riferibile nel BM 33066, sarebbe un dato astronomico che ritengo molto utile.

I posteri parleranno..

monseppe2
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:52 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com