VAT 4956 = 38° di Nabucodonosor II
printprintFacebook

Annunci per i visitatori
Questo Forum informa su storia-archeologia-astronomia e bibbia relative al periodo Neo-Babilonese (669bc-523bc). Dimostra che Gerusalemme fu distrutta nel 607 a.E.V. e non nel 587bc attualmente accreditato.
 
Previous page | 1 | Next page
Facebook  

Osservazioni di Saturno durante il *Kandalanu (Smascherato come finto il regno di 22 anni)

Last Update: 6/12/2016 10:46 AM
Author
Print | Email Notification    
5/31/2015 10:59 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 416
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 73
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
Diapositiva 1 Sul "Kandalanu"

Diapositiva 1

BM 76738 - 76813 *Kandalanu = Assurbanipal (identificato anche il solo e vero Kandalanu).




Qui illustrerò la reale (o vera) situazione di un regno contato in 21/22 anni, attribuito sin dall’antichità tramite alterate informazioni da parte di Adda-guppi e riconducibili a un ipotetico e fittizio *Kandalanu; titolo «regale» da non confondersi con quello di Aššur-etillu-ili o del vero Kandalanu, il figlio di Assurbanipal, il quale per tre anni regnò effettivamente su Babilonia con tale titolo per conto del re d’Assiria Assurbanipal nel 650/649-647bc; è lui il (vero) Kandalanu, ed è quello registrato nel BM 86379 al rigo 24.

***Con la presentazione di questa Fonte documentale, saranno presentate anche delle vere e proprie «prove» astronomiche che dimostrano l’ormai evidente alterazione di documenti originali che Adda-guppi operò anticamente, sotto il regno di suo figlio Nabonedo, per rendere credibile la sua cancellazione dei 20 anni regnati dal figlio di Nabucodonosor Evil-Merodac e per rendere non rilevabile il «vuoto» storico che una tale cancellazione avrebbe evidenziato.

Quando il titolo di "Kandalanu" è Blu, indenta il figlio di Assurbanipal, Aššur-etillu-ili, e di fatto il solo e vero: "Kandalanu".

Quando sia invece preceduto da *rosso, e col titolo in colore viola, (*Kandalanu) indenta la fisica persona di Assurbanipal, il re di Assiria.

Il colore rosso, indenta anche date o regnanti con la reale (vera) datazione per risaltarne l'importanza del corretto riferimento.

In colore marrone sono affermazioni, storiche o di documenti, riportate nella spiegazione.

Il colore blu per date o nomi di regnanti, riferisce solitamente il soggetto con la vera cronologia ripristinata.

Il colore viola, indenta invece date o assegnazioni di regnanti che sono state possibilmente alterate anticamente e/o che sono state al presente accreditate o riconosciute come corrette dal mondo scientifico*** (A. Sachs, H. Hunger, Neugebauer e altri).




La regina madre di Nabonedo, Adda-guppi, nel suo testamentario documento noto come «Nabonedo H1,B», dichiarò di nascere durante il ventesimo anno del re d’Assiria Assurbanipal o nel 650bc della vera cronologia (quella che pone il 18° anno di Nabucodonosor II in sincrono con il secolare 607bc suggerito dalle informazioni storiche della Bibbia).
Lo stesso evento (20° anno di Assurbanipal) fu però diversamente catalogato da Tolomeo nel suo Almagesto come essere occorso durante il secolare 648bc o 100° anno da Nabonassar, in quanto Tolomeo fece partire i regni dei figli di Esarhaddon su Assiria e su Babilonia con inizio dal secolare 667bc, invece che dal (vero) 669bc.

I figli di Esarhaddon, re di tutto l’impero Assiro di allora, per disposizione testamentaria del re, dopo la morte di loro padre occorsa durante il suo ritorno da una campagna militare in Egitto nel 770bc (ABC1 Colonna IV righe 30-34; vedi anche: BM 25091 (ABC 14) righe 31-38 ), iniziarono a regnare durante lo stesso anno secolare, il **669bc; uno su Assiria (Assurbanipal) e l’altro (Šamáš-šuma-ukin) su Babilonia.

**669bc è l’effettiva (vera) data di tale evento, in accordo con i tempi storici della Bibbia e in armonia con le verifiche che qui attesto mediante le verifiche computerizzate e le «fonti» qui riportate.

Il figlio maggiore di Esarhaddon, Assurbanipal, iniziò il suo primo anno di regno su Assiria nel mese di Nisannu, mentre il fratello minore Šamáš-šuma-ukin iniziò quello su Babilonia un mese dopo, nel II mese di Ajaru, o nel secolare 28 Aprile 669bc (BM 86379 rigo 5).
Questo particolare può talvolta rende incerto il primo mese per i successivi anni del suo regno, se sia riferito a Nisannu o a Ajaru, nelle Lbat che riferiscono le eclissi o gli intercalari del suo periodo di regno.

Pertanto, un ventesimo anno del regno di Assurbanipal, deve forzosamente corrispondere allo stesso ventesimo anno del fratello Šamáš-šuma-ukin su Babilonia; appunto quando morì a conclusione della guerra che intercorse fra i due fratelli.
L’anno di tale evento fu quindi il secolare 650bc (669bc meno 20 anni ordinali trascorsi conducono al 650bc); in senso astronomico, solare, o cardinale, trascorsero 19 anni interi (669 – 19 = 650).

Adda-guppi dichiarò (o fece intendere) che poi, dopo la morte di Assurbanipal (re d’Assiria), per tre anni regnò Aššur-etillu-ili, uno dei suoi figli (non specificando però se il suo regno fosse su Assiria o se fosse su Babilonia) ma lasciandolo quindi intendere come sottointeso: un regnante su Babilonia.

Tre anni dopo tale (vero) Kandalanu, riferendosi ora certamente a Babilonia, Adda-guppi (omettendo l’anno senza un re su Babilonia) registrò che a Babilonia seguì il regno di Nabopolassar per 21 anni seguito poi, alla sua morte, dall’erede Nabucodonosor per 43 anni.

Pertanto, in ogni caso e in ogni documentazione (a quanto mi risulta), è evidente che dopo i 21 anni di regno di Nabopolassar seguisse il regno di Nabucodonosor di 43 anni. Il tempo completo regnato dai due re fu perciò di 21 + 43 = 64 anni ordinali (di regno), o 63 anni solari.

Nella vera cronologia ripristinata, durante il 646bc, al mese regolare di Ulûlu seguì un mese intercalato (KIN-DIR) Ulûlu II (BM 76738 rigo 4).
Due mesi dopo tale mese intercalato, il caldeo Nabopolassar, nel ventiseiesimo giorno del VIII mese di APIN, ascende per conquista su Babilonia nella data secolare del: 2 Dicembre del 646bc (BM 25127 rigo 14).

L’anno (secolare) successivo, o il 645bc, nel XII mese Addaru (il reperto BM 25127 rigo 15 non specifica il giorno) ma si presume che fosse il 30° o ultimo giorno, Nabopolassar divenne effettivo Re di Babilonia, essendo riconosciuto e accedendo come effettivo re per gli stessi babilonesi.

Pertanto, se Addaru fu riferito come mese preceduto dall'intercalare KIN-DIR, l’evento occorse 4 mesi lunari dopo la sua «ascesa» o nel secolare 4 Aprile del 645bc; giorno che corrispose in senso astronomico, alla fine di un XII mese Addaru regolare seguente un anno precedentemente intercalato (Ulûlu II), ed essendo il successivo giorno praticamente nel mese di Nisannu, durante la sera di quel primo giorno, in data 4 Aprile del 645bc, la Luna era ancora sincronizzata all’altezza delle Pleiadi.

Durante il V mese (NE) del primo anno ufficiale di Nabopolassar (o anno 645bc e anche 25° anno di Assurbanipal come re d’Assiria, che era pure conteggiato da Tolomeo come 3° anno di regno per il fittizio *Kandalanu), Saturno sorgeva, la notte del 14/09/645bc in sua prima apparizione a Est, stando di fronte (opposto) a Subra (UR-A) alto e/o (NIM che rende il senso di Est o di Alto) 7 gradi sotto (o dietro) a Regolo (LUGAL) avendo una posizione astronomica compatibile con quanto registrato al rigo 6 del BM 76738:

«[MU 3-KAM] ITU-NE U4 16-KAM ina UR-A EGIR MUL LUGAL [IGI] NI[M? –A]»
«mese V giorno 16, (Saturno, in prima apparizione) opposto a Subra dietro (o dopo: EGIR) Regolo, al Lato a Est».

Il mese precedente a questo riferimento astronomico sopra registrato, nel settimo giorno del IV mese Du'ûzu o 5/6 Agosto del 645bc, Venere era presente nella Vergine, assieme a Marte, stando dietro di esso con 17 gradi (Spica era dietro di loro), essendo questa posizione astronomica occorsa durante il primo anno di Nabopolassar che era anche il 25° anno di Assurbanipal re d’Assiria, il quale fu indentato (da Tolomeo) come il *Kandalanu nel suo terzo anno di regno (fittizio) su Babilonia.

Tutto questo fu confermato nel BM 76838 anche al rigo obverse 4 e 5, che osservava la prima apparizione di Saturno mentre era a un cubito dietro a Regolo (della costellazione del Leone) e mentre Giove era ancora nei Gemelli.

La foto a sinistra sotto la diapositiva, mentre mostra la posizione di Saturno, anche evidenzia la presenza del pianeta Urano a mezzo grado sopra a Regolo.
Faccio perciò una verifica in ordine di tempo, tenendo presente che il ciclo orbitale di Urano è di circa 84 anni (83,7 anni per l’esattezza):

Ho «dichiarato» che il 645bc (da Aprile) era il primo anno di regno su Babilonia per il re Nabopolassar.
Farò perciò da qui due conti; uno secondo cronologia vera (ripristinata) e uno secondo cronologia ora documentata e accreditata da tutti.

Devo arrivare al 561bc (o attualmente accreditato primo anno di Evil-Merodac) perché sto contando circa 84 anni, e anche per arrivare almeno vicino ad un altro riferimento possibilmente documentato (eclisse di Luna del 3 Marzo del 562bc (-0561 astronomico) registrata nel BM 41536 II, 5-8).


(1): Cronologia «vera».

Partendo da Nabopolassar (645bc) dopo i 20 anni di Šamáš-šuma-ukin, dopo i tre anni del "vero" Kandalanu, dopo l'anno senza un regno su Babilonia, sarei «fuori» del problema del (finto) *Kandalanu (non lo devo contare affatto; sarebbe già morto).

Dovrei però già dire: "Mi sono perso il *Kandalanu riferito da Tolomeo"!

Conto: 21 di Nabopolassar, 43 di Nabucodonosor, 2 di accessione sospesa, 19 di Evil-Merodac (al 561bc) = 85 anni ordinali o, dal 645bc al 561bc = 84 anni solari o cardinali.
Mi aspetto che «Urano» sia quasi nella stessa posizione che aveva circa 84 anni prima, nel 645bc (ricordate che nella foto a sinistra, sotto la diapositiva, era a mezzo grado sopra a Regolo).

L’elaborato a destra nella foto sotto la diapositiva mostra che, ancora una volta, Urano è verificabile, nel 561bc, e in pari data del 645bc (foto a sinistra), a circa mezzo grado sopra a Regolo mentre Giove, (che era nei Gemelli nel 645bc, avendo intanto compiuto 7 cicli orbitali, con una coerente maggiore variabile orbitale), era ora tra il Cancro e il Leone, confermando ulteriormente questo lasso di 84 anni di tempo, assieme a Saturno che era ora in Gemelli avendo esso percorso circa 3 suoi cicli orbitali.

Si noti che, per arrivare al 561bc, «ho» dovuto contare anche gli anni di regno per Evil-Merodac fino al suo vero 19° anno di regno che fu nel 561bc. Non contando i 19 (rimasti) per Evil-Merodac, mi troverei al 561bc, addirittura sotto il regno di Nabonedo al suo 15° anno; pertanto non troverei ragionevole corrispondenza omettendo Evil-Merodac.
Che cosa succederebbe però se effettivamente «Evil-Merodac non avesse mai regnato in quei 19 anni (o in 20 anni in tutto) com'è oggi accreditato?


(2): Cronologia «attualmente accreditata da tutti»; ricordo che devo conteggiare 84 anni (solari) partendo dal 645bc! (scusate il risultato pasticciato che ne viene fuori: non dipende da me), qui sono costretto a seguire cronologie: alterate: considerate oggi come essere quelle effettive.

Partendo da Nabopolassar, sarei «fuori» del problema del *Kandalanu (non lo dovrei contare affatto; sarebbe già morto).

Poiché sto però seguendo la cronologia attuale e che il riferimento astronomico è Urano del 645bc, in tale anno la lista dei re di Tolomeo dava il *Kandalanu al suo 3° anno di regno su Babilonia (anno 103 di Nabonassar o 25° (e vero) anno del regno di Assurbanipal su Assiria), sono quindi "costretto" a considerare pure il *Kandalanu.

645bc; 19 del *Kandalanu (i rimanenti dei 22 dopo il 3° anno come registrato da Tolomeo), 21 di Nabopolassar, 43 di Nabucodonosor, 1 di Evil-Merodac (re) = 84 anni al 561bc (se fate caso, già sbuca l'anno senza un re su babilonia non conteggiato; 84 anni ordinali corrispondono a 83 anni cardinali, interi o solari; confronta il conto vero fatto sopra al punto 1)!

I conti «sembrano tornare?» …… dimenticando che il *Kandalanu era lo stesso Assurbanipal....
Sì…, "sembrano" tornare ma:
«Rifacciamoli» come si deve, ok? (Contiamo stavolta una linea "temporale" o contigua, svincolata quindi da sovrapposizioni fra regni Assiri o Babilonesi, pur tenendo conto delle alterate informazioni in gioco).

645bc = 22° anno di Assurbanipal su Assiria (secondo il conto di Tolomeo, che salta i tre anni + 1 dopo la fine dei 20 di Šamáš-šuma-ukin, anche se parte dal 667bc).
42 – 22 = 20 anni restano alla fine suo regno (e alla morte di Assurbanipal); 645 – 20 = 626/625bc (attuale attribuzione per la morte del re Assiro…Assurbanipal) ma secondo Tolomeo, lo stesso 626bc sarebbe il 22° anno del *Kandalanu (anno 122 di Nabonassar).

626bc – 22 del *Kandalanu (il quale quindi, secondo Tolomeo, regnava mentre ancora Assurbanipal era vivente (sto contando una linea temporale) ma che secondo Adda-guppi regnò invece per soli tre dopo la morte di Assurbanipal ) = 604bc, che sarebbe attualmente il primo anno di Nabucodonosor (o 144° anno di Nabonassar): secondo la lista di Tolomeo!

Dovrei "bocciare" tale conto di Tolomeo quindi, in quanto contrasta con la dichiarazione di Adda-guppi che registra come regnante (dopo Assurbanipal), per tre anni, suo figlio. Secondo tale "testimonianza" dovrei contare: 626bc morte di Assurbanipal, più i tre anni di suo figlio, uguale a 623bc (e non sto contando anche un anno di regno senza re... che Adda-guppi omette, e che condurrebbe al 622bc!) come primo anno del regno di Nabopolassar.... (concordate?.... io spero di no)!

In ordine "temporale" effettivo, devo quindi contare: (dal 645bc = attuale 23° anno) + 19 rimasti per Assurbanipal = 42 anni e sarei già al 626/625bc uguale al primo anno ora accreditato per il regno di Nabopolassar. Per arrivare agli 84 anni che devo testare, dovrei contarcene ancora 42 di anni....

Seguo Adda-guppi e devo aggiungere i tre regnati dal figlio di Assurbanipal che portano (626bc meno 3 = ) al 623bc il primo di Nabopolassar (il conto non torna; dovrei ancora contare anche un anno senza un regno).

Seguo Tolomeo, e devo aggiungere i 22 anni del *Kandalanu, che portano al 604bc (attuale primo di Nabucodonosor).... Che caos". Mi diranno: ma "Tolomeo" conteggia i 22 anni del *Kandalanu a partire dal 647bc (cronologia attuale)! Vero!

Ma in tal modo mi si dimostra che il *Kandalanu stava regnando mentre era in vita lo stesso Assurbanipal!.... Inoltre, se fate caso, "non sarei più sulla LINEA temporale contigua, ma avrei fatto un "salto" addietro, per conteggiare, come suggerisce Tolomeo, il *Kandalanu di 22 anni dopo la morte del fratello di Assurbanipal!

Nel frattempo (se conto il *Kandalanu) :... «mi sono perso: Nabopolassar!»….

Avete notato che non l'avevo ancora conteggiato (Nabopolassar), seguendo la linea temporale che fa capo ad Assurbanipal, pur essendo già arrivato (conteggiando il *Kandalanu) al regno attualmente accreditato a Nabucodonosor (42 Assurbanipal, 22 *Kandalanu, 667bc - 64 anni = 603c)?
I conti non tornano più!… eppure, era nel 625bc che Tolomeo aveva conteggiato l'inizio del regno di Nabopolassar...

Si «dimostra» quindi, che il *Kandalanu era lo stesso re Assiro Assurbanipal; gli anni conteggiati da Tolomeo per il *Kandalanu, di fatto, erano parte temporale (contigua nel tempo) dello stesso regno di Assurbanipal su Assiria.

Devo comunque contare gli 84 anni dal 645bc per arrivare al 561bc, ed ero arrivato a (cronologia attuale) con 19 anni rimasti dell'intero regno di Assurbanipal, al 626bc (o della sua vera morte nel 628bc).

Morto Assurbanipal (attuale 626bc), la cronologia "temporale" attuale trova questo intoppo. Devo contare i 3 anni di Aššur-etillu-ili (come dichiara da Adda-guppi) o li devo saltare, come mi dichiara Tolomeo?

Devo ricordare, che contando io qui i 42 anni regnati da Assurbanipal, con l'attuale cronologia, ho contato dal 667bc al 626bc un arco di tempo "continuo", che nel 23° anno di Assurbanipal, così contato, giunge al 645bc il quale sarebbe la partenza degli 84 anni che volevo testare con Urano.

Quindi riconto: i 19 (rimasti di Assurbanipal al 645bc), giungendo all'attuale accreditato 626bc (morte di Assurbanipal).

Devo contare ancora 84 - 19 contati = 65 anni. Poiché devo giungerà al 561bc, o a un anno dopo la morte anche di Nabucodonosor (come ora accreditata), posso togliere subito i suoi 43 anni del suo regno, e dei 65 che restavano da contare ne restano ora 22 di anni, e avendo già contato Nabucodonosor II, questi 22 anni sono costretto ad attribuirli a Nabopolassar (notate: conteggiando anche l'anno senza un re su Babilonia) che lo aveva preceduto in linea temporale (arrivando appunto al 561bc) avendo contato così (19° + 22 + 43°) o 84 anni ordinali consecutivi che, essendo pari a 83 anni solari (o cardinali) ne richiede ancora uno da aggiungere per arrivare al primo (attualmente accreditato) di Evil-Merodac o 84 solari dal 645bc al 561bc ; (anni ben "pasticciati", evidentemente).

Ma così (devo proprio evidenziarlo)… «mi sono perso nuovamente: lo spazio "temporale" per il *Kandalanu di 22 anni»!
Non ho "potuto" contare "anche" i 22 anni del *Kandalanu…. (perché (Assurbanipal) non li ha mai regnati su Babilonia).

Ma neppure ho ancora contato i 20 anni di regno per Evil-Merodac!…

Come mai mi trovo allora al 561bc che sarebbe un anno prima della sua "vera" morte? Per mantenere gli altri anni registrati (o per arrivare al 523bc), dovrei quindi saltare i 20 di Evil-Merodac, contandone i soli 2 registrati da Adda-guppi.

Ok, che il *Kandalanu di 22 anni sia posticcio e che a parte il vero Kandalanu per tre anni, il falso *Kandalanu non regnò per tale tempo (22 anni) su Babilonia, ormai è evidente.....

Ma in tal caso, in "Babilonia" quali re avrebbero regnato fra il 648bc (attuale morte di Šamáš-šuma-ukin) e il 625bc, attuale inizio del regno di Nabopolassar su Babilonia se non si contasse un *Kandalanu di 22 anni dopo la morte di Šamáš-šuma-ukin? Resterebbe un "vuoto storico"!

Mancherebbero 23 anni di regno che, se fossero comunque conteggiati a un ipotetico regno del *Kandalanu, (assieme a un anno senza regno) esso "in ogni caso" sarebbe sovrapposto o contemporaneo al sottostante regno assiro di Assurbanipal! E su una stessa linea temporale non possono esserci due regni contigui diversi con la stessa persona fisica.

Si dimostra quindi che Assurbanipal è temporalmente contemporaneo al fittizio *Kandalanu, essendosi egli stesso reso pretendente quale re su Babilonia con tale titolo. Di chi sarebbero stati quindi, originariamente, quei 23 anni di vuoto storico che si forma sul regno di Babilonia?

Ve lo dico io:

Sarebbe l'anno senza un regno su Babilonia, (ricordate che non fu stato contato né da Adda-guppi né da Tolomeo) più i due lasciati da Adda-guppi + i 20 regnati poi da Evil-Merodac; 23 anni. Ma poiché sulla linea Babilonese i 4 anni composti dai tre del vero Kandalanu e dall'anno senza un re su Babilonia devono essere contati in quanto "reali (veri)", i 23 anni di vuoto diverrebbero solo 19 anni.

La lista dei re di Uruk, assegna per il *Kandalanu solo 21 anni di regno contro i 22 assegnati da Tolomeo. Ma Tolomeo anche sposta di due anni in avanti (al 667bc contro il vero 669bc) l'inizio dei regni dei due re, su Assiria e su Babilonia.

Aggiunti (ripristinati) quindi tali due anni, i 23 contati tornano ad essere quelli sopra osservati come "vuoto storico" causato da Adda-guppi, vuoto storico, che però sostanzialmente fu di soli 20 anni (19 anni solari):

(Dal 669bc) al 650bc 20 di Šamáš-šuma-ukin, al 647/646bc, 3 del vero Kandalanu, al 646/645bc 1 anno senza regno, al 625bc 21 anni di regno per Nabopolassar.

Sono in tutto: 20 + 3 + 1 + 21 = 45 anni che, sottratto il vuoto storico ventennale generato da Adda-guppi, portano a 45 - 20 = 25 anni di differenza. Tolomeo, pasticciando il tutto, omette i tre anni del vero Kandalanu (25 - 3 = 22 anni) assegnando i 22 al finto *Kandalanu; omette anche l'anno senza un regno su Babilonia, (22 - 1 = 21 che sarebbero poi gli anni segnati nella lista di Uruk), e siccome fece partire la lista dei re Assiri e babilonesi dall'originale 669bc al "suo" 667bc, riduce così il vuoto storico a (22 del *Kandalanu - i due slittati = 20 anni) o, di fatto, compensò il vuoto storico dei 20 anni ordinali causato da Adda-guppi.


E' pertanto sempre necessario tenere presente che nei conti fatti sopra, c'erano anche questi "anni sparsi in giro" che non erano stati contati ma che corrispondevano alla vera cronologia: i tre di Aššur-etillu-ili, L'anno senza un regno, e il fatto che Tolomeo fece partire i regni del re su Assiria e su Babilonia al 667bc invece che al 669bc che è la vera data di inizio del regno dei due re figli di Esarhaddon.

Che caos!....

Datemi retta! Se volete restare «sani di mente»…. Accontentatevi del più semplice e veritiero: Punto (1)!


Un’altra possibile verifica astronomica (che già fu suggerita da H. Hunger), è quella basata su un GoalYear di 32 anni; distanza di tempo durante la quale sia Venere sia Marte si riposizionano similmente rispetto alle stesse stelle.
Questo tipo di verifica ha maggiore rilevanza probante se il GoalYear coincide anche con il pianeta Venere mentre esso è nella sua fase di massima elongazione (sia a est o sia a ovest)

64 anni dopo il 645bc, o 32 + 32 anni dopo, si è allo stesso 5 agosto ma del 581bc o un anno (solare) dopo il 43° anno ordinario di Nabucodonosor II, o dopo la sua morte e quindi al primo anno di ascesa con accessione sospesa di Evil-Merodac, in pari anno di riferimento di partenza sopra esaminato nel 645bc.

Saturno assieme a Giove, a tale data del 581bc, era ora dietro a Spica della Vergine, mentre Marte era davanti alla stessa stella, come nel 645bc; anche se separati da due cicli di 32 anni, il pianeta Marte (meno preciso in questo ciclo trenta duennale), è ora a soli 14 gradi angolari da Venere (o con una variabile di 3 gradi più vicino a Venere) il quale si era nel frattempo mantenuto in congiunzione di pochi gradi dalla stella Spica.

In senso astronomico, il GoalYear di 32 + 32 anni conferma gli eventi storici attribuibili ai due re Nabopolassar e Nabucodonosor II; accessione di Nabopolassar (645bc) e morte di Nabucodonosor II (un anno ordinale dopo il 582bc).
Di fatto, quindi, sarebbe così anche indentato il primo dei due anni di regno non riconosciuto ufficialmente su Babilonia a Evil-Merodac ma fatto registrare da Adda-guppi come essere il primo anno di regno per tale re.

Un’ulteriore verifica astronomica (suggerita pure da A. Sachs) che può essere fatta per tali periodi, è quella basata su un GoalYear di 59 anni, distanza di tempo durante la quale sia Saturno sia Giove si riposizionano similmente rispetto alle stesse stelle.

In questo anno secolare 581bc, alla data sopra vista, entrambi i due riferimenti di GoalYear, di 59 anni o di 32 + 32 (64) anni sono possibilmente verificabili partendo da questi anni (581 meno 32 + 32 = 64 anni = 645bc e 581bc più 59 anni = 523/522bc); coprirebbero quindi dal 645bc al 522bc = 123 anni (solari o secolari).

21 di Nabopolassar (da suo vero inizio nel 645bc) + 43 di Nabucodonosor + 2 (non regnati) + 20 di Evil-Merodac + 4 di Neriglissar e Labashi + 17 di Nabonedo + 9 di Ciro II + 8 di Cambise II = 124 anni (ordinali) = 123 anni secolari o interi.

Con altre verifiche, partendo dal diario astronomico VAT 4956 come è adesso accreditato, o dalla data del 568bc, contare 59 anni prima (cardinali o solari), porterebbero al secolare 627bc (o due anni prima del 625bc).
Saturno e Giove si troveranno in quasi identica posizione astronomica rispetto alle stesse stelle.
In entrambe le date, 568bc e 627bc a pari mese e giorno, Saturno sarà sotto il circoletto Est dei Pesci; idem dicasi per Giove che sarà in Scorpione.

La stessa verifica, partendo però dal diario astronomico VAT 4956 stimato come fu osservato originariamente, o dalla data del 587bc, contando 59 anni prima, porta invece "direttamente" al secolare 646bc (che è il vero anno di ascesa di Nabopolassar).

Saturno e Giove si troveranno in quasi identica posizione astronomica rispetto alle stesse stelle.
Saturno sarà nel Cancro o Granchio (repertato come ALLA), vicino alla sua stella centrale (Asellus Australis) in entrambe le date del 587bc e del 646bc, a pari mese e giorno (qui riferito al 22/04 dei due diversi anni); idem dicasi di Giove che sarà in Ariete.

Inoltre, un ulteriore simile GoalYear di 59 anni addietro, partendo stavolta dalla vera morte di Nabucodonosor II nel 582bc porterebbe al 5° anno di Nabopolassar, nel 641bc, in occasione dell'eclisse totale che occorse in quell'anno (che non è quella di Tolomeo del 621bc).

Saturno e Giove si troveranno in quasi identica posizione astronomica rispetto alle stesse stelle.
Saturno sarà in congiunzione con Giove nel solco della Vergine (fra Spica e Zaniah) in pari data (giorno e mese) del 582bc (morte di Nabucodonosor) e del 641bc (5° di Nabopolassar), a pari mese e giorno (qui riferito al 2 Giugno (eclisse del 641bc) dei due diversi anni).

A parte le migliori e più specifiche circostanze rilevate con la vera cronologia, apparentemente, dal punto di vista astronomico, questa sarebbe una situazione di stallo. Entrambe le verifiche (partendo da 587bc o da 568bc) sarebbero corrispondentemente corrette dal punto di vista astronomico.

Unica differenza resterà la «diversa» data di arrivo; partendo dal 568bc o 37° anno, si ha il 627bc (che non corrisponde all’ascesa di Nabopolassar) essendo ora accreditato al 626bc; guarda caso, proprio la differenza di un anno! 37° o 38°?
Infatti contando: 567bc (o 38° anno) + 59 anni = 626bc = ascesa com’è ora accreditata a Nabopolassar (comunque errata come data effettiva).

Partendo invece dalla vera data del diario, il 587bc, si ha «direttamente» il 646bc che corrisponde all’ascesa effettiva di Nabopolassar, la quale ebbe luogo il 26° giorno di Apin (VIII mese) o il 2 Dicembre del 646bc (BM 25127 righe 14, 15) accedendo poi al suo primo anno di regno con l’Akitu del 4 Aprile 645bc (seguente a un intercalare Ulûlu II applicato durante il 646bc; probabilmente ordinato da Assurbanipal).

Inoltre, come ho verificato in senso astronomico, anche partendo dal 582bc (morte di Nabucodonosor), contando i 59 anni, portano al 5° anno di Nabopolassar, in occasione (2 Giugno) dell'eclisse del 641bc

Eventuali documentazioni o osservazioni e verifiche astronomiche che confermino la posizione degli astri esaminati alla data di arrivo e di partenza, renderanno maggiormente probante una data rispetto all’altra che non avesse pari documentazione o simili e accettabili verifiche astronomiche.

Gli anni di storia del regno effettivo che furono tolti a Evil-Merodac (o depennati da Adda-guppi), sono un punto la chiave per confermare storicamente come corretta la datazione del diario VAT 4956 al 587bc.

Essa, (Adda-guppi) omise ogni registrazione storica di quel re per un periodo di venti anni (ordinali), pari a 19 anni solari.
Che cosa deve essere quindi contato, nel «ripristino» storico originale di quel tempo?

Perché, se io (ripristinando) torno indietro di 20 anni dal 568bc facendo il conto aritmetico di 568 meno 20 anni (a ritroso), tale conto mi porta al 588bc come datazione (errata) e alternativa per il diario (che realmente dovrebbe essere datato al 587bc).

Lo stesso è vero per l’opposto:

Se io, attenendomi alle documentazioni alterate di Adda-guppi, vado in avanti di 20 anni dal 587bc (o dalla vera data del diario, senza ripristinare tali anni alterati), facendo il conto aritmetico di 587bc più 20 anni, mi portano al 567bc come datazione (errata) e alternativa per il diario che è ora accreditato al 568bc (e che è comunque errato).
Se ne evince quanto segue:
Sommando «20 anni cardinali o solari» in modo aritmetico, a pari anni ordinali, si ha uno spostamento di 21 anni di data ordinale. Sotto è spiegato come.

Andando indietro:
000-001-002-003-004-005-006-007-008-009-010-011-012-013-014-015-016-017-018-019--|020 = 20 anni aritmetici.---|
001-002-003-004-005-006-007-008-009-010-011-012-013-014-015-016-017-018-019-020--|021 = 21 anni «ordinali»---|
568-569-570-571-572-573-574-575-576-577-578-579-580-581-582-583-584-585-586-587--|588 = 20 anni «secolari».--↕

E andando in avanti.
000-001-002-003-004-005-006-007-008-009-010-011-012-013-014-015-016-017-018-019--|020 = 20 anni aritmetici. -|
001-002-003-004-005-006-007-008-009-010-011-012-013-014-015-016-017-018-019-020--|021 = 21 anni «ordinali».-|
587-586-585-584-583-582-581-580-579-578-577-576-575-574-573-572-571-570-569-568 -|567 = 20 anni «secolari». ↕

L’inghippo, sta nella differenza per la quale i 19 anni solari (o astronomici) fra le due date possibili del diario astronomico VAT 4956, se contati in modo ordinale, diventano 20 anni, e se a tale data ordinale (568bc o 587bc) si sommano o sottraggono 20 anni aritmetici (interi), essendo la base una data ordinale, si ottiene il risultato di aver contato una somma di 21 anni ordinali come è mostrato sopra.

Dove sta l’errore?

L’errore sta nel considerare «a priori» corretta o basilare l’assegnazione di 37° anno al secolare 568bc, e «da quel riferimento» tentare di ritrovare la «vera» datazione di osservazione del reperto astronomico VAT 4956 che diversamente, mediante le informazioni storiche della Bibbia, trova suggerita pure una verifica per un alternativo 38° anno.
L’errore si amplifica (o ne aumenta l’incertezza dell’anno) a motivo del segno incerto di 37 o 38esimo anno del re che fu malamente inciso proprio sul VAT 4956 nella sua prima riga frontale (obverse).

Come ho trovato la data alternativa da «verificare» poi con un buon programma per astronomia?

Partendo da un diario astronomico che fosse abbastanza affidabile e che fosse fuori della questione di assegnazione dei regni contesa.
Lo «Strassmaier Cambyses n° 400 o BM 33066» (oggi, qualcuno vorrebbe perfino discreditarlo come poco utile al fine di stabilire l’effettivo anno della distruzione di Gerusalemme).

Quali «documentazioni storiche» ho usato?
Diverse; in particolare, quelle che fossero più affidabili e che fossero anch’esse fuori della questione documentale possibilmente alterata anticamente e per questo ora contesa: trovandole nella storia biblica che riferisce in modo veritiero gli eventi di quel periodo, e confrontandola con le informazioni storiche di Giuseppe Flavio (e di Beroso, che pur assegnando due anni di regno a Evil-Merodac, come riporta di esso lo stesso Giuseppe Flavio, conferma in 70 anni la durata dell'esilio del popolo Giudaico in Babilonia).

Che cosa ho fatto per identificare il più probabile anno secolare che meglio corrispondesse ai reali eventi inerenti il re di Babilonia Nabucodonosor II, durante il suo regno? Semplicemente questo:

Riferendomi alle due eclissi di luna del BM 33066 (Strassmaier), è astronomicamente identificato nel settimo anno del regno di Cambise II il secolare anno 523/522bc.

Sette anni prima quindi, o nel 530bc, moriva Ciro II, detto «il Grande», dopo 9 anni dalla conquista di Babilonia del 539bc (come reale anche di Persia).
Per un periodo di 17 anni prima della conquista di Ciro II, aveva regnato su Babilonia Nabonedo, col suo primo anno ufficiale di regno nel 555bc (BM 32234 Obv. IV, 2-8).
Il regno di Nabonedo fu preceduto per pochi mesi da Labashi-Marduk e preceduto ancor prima da Neriglissar per circa tre anni, regnando i due re per un totale di 4 anni, o con primo anno nel 560/559bc, e quindi dopo la morte di Evil-Merodac occorsa (con un colpo di stato) certamente nell’Agosto del 560bc.

A questo punto (se continuassi con la cronologia ora accreditata) dovrei contare solo due anni di regno per Evil-Merodac.
Non li conto ora, perché altrimenti seguirei quelle informazioni storiche per le quali esiste ragionevole dubbio che possano essere state "alterate anticamente"; perciò considero più utili altre informazioni.

Giuseppe Flavio registra per il re Evil-Merodac, almeno 18 anni di regno (Antichità giudaiche, Libro X, 231). Essi sono quindi almeno più dei due soli anni finora accreditati.

Come determino allora il possibile e vero inizio del regno Evil-Merodac e quindi la sua effettiva durata?
Seguendo una fonte storica che so non essere stata alterata nel tempo; la Bibbia.
Storicamente, essa registra quanto segue:

«(2 Re 25:27-30) 27 E avvenne nel trentasettesimo anno dell’esilio di Ioiachin re di Giuda, nel dodicesimo mese, il ventisettesimo giorno del mese, che Evil-Merodac re di Babilonia, nell’anno in cui divenne re, alzò la testa di Ioiachin re di Giuda dalla casa di detenzione; 28 e gli proferiva cose buone, e mise quindi il suo trono più in alto dei troni dei re che erano con lui a Babilonia. 29 E gli tolse le sue vesti da prigioniero; ed egli mangiò pane di continuo davanti a lui per tutti i giorni della sua vita. 30 In quanto alla sua razione, una razione gli era data di continuo da parte del re, quotidianamente come dovuta, per tutti i giorni della sua vita.»

Diventa ora necessario determinare un riferimento temporale a questo evento storico.
«Quand’è» che Ioiachin, re di Giuda e amico di Evil-Merodac, fu fatto prigioniero?

Qui ho solo due possibili scelte; seguire le cronologie storiche attualmente accreditate, o, restandone ancora fuori, seguire ancora una volta le più fidate informazioni storiche della Bibbia. E’ giusto che verifichi entrambe le ipotesi.

Seguendo le informazioni storiche documentate, verso la fine del suo settimo anno di regno, Nabucodonosor fece prigioniero Ioiachin, che fu quindi condotto in Babilonia dal re Nabucodonosor II durante il suo appena iniziato ottavo anno di regno (BM 21946 Reverse 11,12 ) e, come da fonte storica della Bibbia;

(2 Re 24:12) 12 Alla fine Ioiachin re di Giuda uscì verso il re di Babilonia, lui con sua madre e i suoi servitori e i suoi principi e i suoi funzionari di corte; e il re di Babilonia lo prendeva nell’ottavo anno del suo regno.

Quindi, essendo ora accreditato che Nabucodonosor II iniziasse il suo primo anno di regno nel 604bc, (notate che parto da un «default» o anno a priori considerato: il 604bc) Ioiachin doveva essere prigioniero in Babilonia, durante l’ottavo anno di regno di Nabucodonosor o nel 604bc + 8avo = 597bc.

Contando completi 37 anni di prigionia dopo, ovvero dal 597bc + 37 anni, si giunge (alla fine di un anno di regno babilonese) nel secolare 560/559bc o al giorno precedente il primo Nisannu dopo tale finito 37° anno di prigionia di Ioiachin (37 anni che sarebbero «finiti» durante la primavera del 559bc, quando già era deceduto (nel 560bc) Evil-Merodac, in Agosto (V mese IZI o ABU) del 560bc) da: «Cronologia babilonese (evidenza dei regni) pag. 12, di Parker e Dubberstein».

Dovrei pertanto dedurre, secondo le cronologie adesso accreditate, che:

Per Evil-Merodac, «l’anno in cui divenne re» sarebbe l’evento che, secondo la testimonianza storica presentata da Adda-guppi, occorse in seguito alla morte di Nabucodonosor o subito dopo l’adesso accreditato 562bc; eppure i 37 anni di prigionia di Ioiachin, come sopra calcolati dal 597bc, scadevano nel 560/559bc e in quell'anno la testimonianza biblica riferisce che avrebbe dovuto divenire re Evil-Merodac, ovvero:
Dopo che (secondo Adda-guppi e secondo la durata di prigionia di Ioiachin così calcolata) Evil-Merodac era già morto! (Morì nell’Agosto del 560bc).

Non ci sto!
Credo che nessun regno sia mai stato governato da un…. Cadavere!

Non la bibbia quindi ma La cronologia attuale, a quanto visto, accredita Evil-Merodac divenuto re nel 562bc (in Ottobre) e anche lo identifica come morto nell’Agosto del 560bc! (Babylonian Chronology, del 1956, «re Regnanti» pag. 12 voce: «Amel-Marduk; evidenza di inizio e di fine del regno»).

E’ invece l’informazione storica della Bibbia che, coi suoi 37 anni di riferimento per la prigionia di Ioiachin, identifica come impossibile l’inizio del regno per tale re nel 562/561bc!
In quanto, col conto ora accreditato, lo stesso periodo di prigionia (37 anni) di Ioiachin ne additerebbe un suo inizio al 560/559bc o dopo la sua stessa morte!

Essendovi evidente disaccordo informativo, devo esaminare l’opzione alternativa.


Riformulo pertanto la domanda: «Quand’è» che Ioiachin, re di Giuda, fu fatto prigioniero?

Per saperlo devo determinare, o almeno «documentare» a quale tempo secolare corrisponda il 18° anno del re Nabucodonosor; anno del suo regno innegabilmente associato all’evento storico della distruzione di Gerusalemme e del suo Tempio.
Questo diverso riferimento, è necessario per non dover usare una data di «default» come sopra usata con il 604bc accreditato ora come primo anno del regno di Nabucodonosor.

Mi avvalgo quindi dell’informazione storica della bibbia (e di Beroso) che registrano in 70 anni la durata dell’esilio del popolo di Geova in Babilonia.

«(Daniele 9:1, 2) 9 Nel primo anno di Dario figlio di Assuero del seme dei medi, che era stato fatto re sul regno dei caldei, 2 nel primo anno del suo regno io stesso, Daniele, compresi dai libri il numero degli anni riguardo ai quali la parola di Geova era stata rivolta a Geremia il profeta, per compiere le devastazioni di Gerusalemme, [cioè] settant’anni.»

«(2 Cronache 36:20, 21) 20 Per di più, portò via prigionieri a Babilonia quelli che rimanevano dalla spada, e divennero servitori suoi e dei suoi figli finché cominciarono a regnare i reali di Persia; 21 per adempiere la parola di Geova per bocca di Geremia, finché il paese non ebbe scontato i suoi sabati. Tutti i giorni che giacque desolato osservò il sabato, per compiere settant’anni.»

«(Geremia 29:10) 10 “Poiché Geova ha detto questo: ‘Secondo il compimento di settant’anni a Babilonia vi rivolgerò la mia attenzione, e certamente realizzerò verso di voi la mia buona parola riconducendovi in questo luogo’.»

Questa durata di esilio di complessivi settanta anni, fu ribadita dallo stesso Giuseppe Flavio in «Contro Apione Libro 1: XIX, 132» dove lo storico «riferisce» anche informazioni di Beroso!.
Pertanto, pure «Beroso», anche se assegna solo due anni al re Evil-Merodac, conferma in settanta gli anni dell’esilio del popolo ebraico:

«132: Beroso, [riferisce Flavio], espone le sue imprese e racconta come egli [Nabopolassar] inviò il figlio Nabokodosor con un grande esercito contro l’Egitto [nel 625bc] e contro il nostro paese quando seppe che si erano ribellati, [nel 609/607bc]. Li sottomise, bruciò il tempio di Gerusalemme, deportò tutto il nostro popolo al completo e lo trasferì a Babilonia; avvenne così che la città restò deserta per settant'anni fino a Ciro Re dei Persiani. [Quando Ciro il Grande divenne re su Babilonia, o nel 539/537bc]»

Il fatto che Giuseppe Flavio scrivesse: «tutto il nostro popolo», è ragionevolmente comprensibile al riferire di Beroso che stava parlando del popolo ebraico (Giuseppe Flavio era ebreo).
I Settant’anni finirono, giustamente, come ricorda Geremia 29:10, quando diversi prigionieri esiliati poterono fare «ritorno» in «questo Luogo» (Gerusalemme).

Essendo stati liberati col decreto di Ciro II dalla prigionia in Babilonia nel 538bc, il tempo di organizzarsi e di compiere il lungo viaggio per Gerusalemme da Babilonia, li fece giungere in Giudea nel settembre/ottobre del 537bc.

«(Esdra 3:1) 3 Quando arrivò il settimo mese, i figli d’Israele erano nelle [loro] città. E il popolo si raccoglieva come un sol uomo a Gerusalemme».

Settanta anni prima del 537bc, portano al secolare 607bc (o a.e.v.) in occasione o durante l'anno della distruzione di Gerusalemme (occorsa durante il 18° anno di regno per Nabucodonosor II); i settanta anni di esilio per i Giudei, ebbero quindi inizio con l’uscita dal paese degli ultimi rimasti dopo la deportazione di massa in Babilonia, i quali fuggirono in Egitto (assieme a Geremia, in Ottobre/Novembre).

Geremia (e 2° re), riferiscono un «19° anno del re» per lo stesso evento (la distruzione di Gerusalemme e del suo Tempio).

(Geremia 52:12) 12 E nel quinto mese, il decimo giorno del mese, cioè nel diciannovesimo anno del re Nabucodonosor, re di Babilonia, Nebuzaradan capo della guardia del corpo, che stava davanti al re di Babilonia, entrò a Gerusalemme.

Non c’è contraddizione in questa registrazione di Geremia 52:12.
In quei versetti, dallo scriba, fu registrato l’anno di ascesa di Nabucodonosor (o la sua successione diretta al trono) che appunto occorse subito dopo la morte di Nabopolassar o dopo il giorno 8 di Abu corrispondente al secolare 27 Luglio del 625bc.

Giustamente, in senso ereditario, Nabucodonosor era già al suo 19° anno da ascesa (ereditaria o di successione) quando Gerusalemme fu iniziata ad essere distrutta, occorrendo tale evento circa 13 giorni dopo il suo iniziato 19° anno dalla sua ascesa.
Nel frattempo, essendo egli nel suo primo anno come re su Babilonia con Akitu dell’11 Aprile del 624bc, nel secolare 9 Agosto del 607bc era già pure (o anche) nel suo diciottesimo anno (ordinale) di regno dalla sua Accessione (Akitu) al trono.


Determinato con (537bc meno 70 anni = 607 a.e.v.) che l’evento distruttivo per Gerusalemme fu nel 607bc, o durante il 18° anno (ufficiale) del regno di Nabucodonosor, il suo trentasettesimo o trentottesimo anno di regno poteva essere solo durante i secolari 588bc o 587bc.

Come ho finora dimostrato, analizzando i diario astronomico VAT 4956 dal punto di vista astronomico, il 588bc, pur essendo giustamente il suo 37° anno, è da escludersi assolutamente come data da attribuire al VAT 4956, in quanto già il pianeta Marte sarebbe in ogni caso fuori posizione astronomica di circa 160 gradi.
La Luna, inoltre, non troverebbe più, in tale anno 588bc, le stesse buone corrispondenze astronomiche (specialmente se misurata col cubito a due gradi invece che a quattro gradi) rispetto al vero anno osservato per il diario che fu il 587bc.

Che dire quindi del trentasettesimo anno di prigionia di Ioiachin?

Essendo ora dimostrato (non di «default», ma su basi storiche) che Nabucodonosor II iniziò il suo primo anno di regno nel 624bc (Vedi la relazione di verifica di tutto il VAT 4956 inserita in questo stesso sito e anche nei Forum informativi), Ioiachin era prigioniero in Babilonia, durante l’ottavo anno di regno di Nabucodonosor o nel 624bc + 8avo = 617/616bc.

Contando completi 37 anni di prigionia dopo, ovvero dal 617bc + 37 anni, si giunge (alla fine di un anno di regno babilonese) nel secolare 580/579bc o al giorno precedente il primo Nisannu dopo tale finito 37° anno di prigionia di Ioiachin (anno di prigionia «finito» durante l’Aprile del 579bc); calcolato astronomico: il 23 Aprile come primo giorno del primo mese Nisannu di quell’anno (Luna, Pleiadi e Sole erano in sincrono il precedente giorno 22 (di fine di un probabile Addaru II)).
Devo pertanto dedurre, secondo le informazioni bibliche e di Giuseppe Flavio (e di Beroso citando i settanta anni), che:

Evil-Merodac, «nell’anno in cui divenne re», divenne re di Babilonia appunto nella primavera del 579bc, ovvero:

Due anni dopo la morte di Nabucodonosor occorsa nell’agosto del 582bc; ovvero dopo i soli due anni che Adda-guppi gli lasciò registrati; inducendo così a crederli come i soli (unici) due anni regnati da Evil-Merodac.

Siccome la cronologia ora accreditata registra Evil-Merodac morto nell’Agosto del 560bc (Babylonian Chronology, del 1956, «re Regnanti» pag. 12 voce: «Amel-Marduk; evidenza di fine del regno») iniziando il suo regno nel 579bc, Evil-Merodac di fatto regnò per venti anni (ordinali) dopo i due di interregno o (accessione sospesa) a seguito della morte di Nabucodonosor II.

Questi 22 anni (20 + 2) saranno poi similari allo stesso arco di tempo (22 anni) che Tolomeo, seguendo le informazioni storiche ormai alterate da Adda-guppi, si trovò ragionevolmente costretto a registrare come da assegnare al fittizio *Kandalanu.

E’ stato infatti difficile capire subito la giusta cronologia biblica rispetto a quella attualmente documentata (e accreditata), in quanto normalmente ai due anni di regno, era tendenza apparentemente logica, quella di sostituire i venti anni regnati poi realmente da Evil-Merodac.

La Bibbia, con le sue precise informazioni storiche, mi ha aiutato a comprendere che i due soli anni lasciati da Adda-guppi al figlio di Nabucodonosor erano separati dai venti anni (ordinali) di regno poi effettivamente regnati su Babilonia, e che furono storicamente (e anticamente) depennati dalla stessa donna Assira e da suo figlio Nabonedo.

Quei due anni «non regnati da Evil-Merodac», per le astute informazioni errate trasmesse nella sua documentazione da Adda-guppi, divennero poi i soli due anni di regno che la stessa madre di Nabonedo fece passare come essere stati regnati dal figlio di Nabucodonosor II.

Scusate le lunghe trattazioni, necessarie; ma vi assicuro che ho cercato di ridurle ai minimi termini.


monseppe2.

[Edited by monseppe2 6/12/2016 8:54 AM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:44 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com