Annunci per i visitatori
Questo Forum informa su storia-archeologia-astronomia e bibbia relative al periodo Neo-Babilonese (669bc-523bc). Dimostra che Gerusalemme fu distrutta nel 607 a.E.V. e non nel 587bc attualmente accreditato.
 
Previous page | 1 | Next page

Presentazione del libro "La Ragione della Bibbia"

Last Update: 9/13/2022 5:32 PM
Author
Print | Email Notification    
8/28/2017 9:04 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 488
Location: PASIAN DI PRATO
Age: 77
Gender: Male
Job/occupation: Pensionato con misera pensione
Amministratore unico
Questi punti della prima riga, sono dimostrati nel libro.

Parte 2 del preview. (da pag. 134 del Libro: "La Ragione della Bibbia").

A) La sottile falce della Luna fu vista dietro alla costellazione del Toro (o dopo la stella Aldebaran), stella che fu “osservata”, essendo visibile in sua prima e ultima apparizione mentre tramontava.

B) La Luna, al momento del tramonto del sole o ad inizio del primo giorno di Nisannu, fu "misurabile" essere distante 14 gradi angolari da esso; (il valore di 14 possibili gradi è riferito come valore “multiplo, (in quanto riferibile pure a Marte)” alla fine del rigo) e, come valore di misura, è leggibile alla fine della prima riga Obverse del VAT 4956.

C) Al momento che la Luna iniziava il suo tramonto fu misurata la distanza che essa aveva da Marte con un valore “na”, che era un conteggio in “tempo di rotazione terrestre” (o un grado ogni 4 minuti).
Marte (AN), fu osservato essere fra le corna del Toro.
56 minuti fu il tempo, dal tramonto della Luna, perché pure Marte iniziasse il suo tramonto (o pari a 14 gradina”).
Misura che corrisponderebbe solo nel 587bc in quanto, nel 568bc "Marte" [nel 37° anno del re], sarebbe possibilmente visibile stando nei Gemelli, a motivo di 10,10 orbite del pianeta compiute dopo 19 anni dal 587bc.

D) Dopo il tramonto di Marte fu atteso che pure Saturno si appressasse a tramontare (è riferito in rigo Obverse due, nella parte iniziale del secondo rigo, ma essendo relativo allo stesso primo giorno di Nisannu).
Al momento del suo tramonto, in sua ultima apparizione fu comparato con la stella Enif (è il muso del Pegaso attuale) la quale era parte della “Rondine.
La "Rondine" era un'antica e vasta costellazione che includeva i Pesci” e anche il Pegaso attuale.
Fu così misurabile, con l'altezza che a Est aveva la stella Enif (il muso del pegaso) che sorgeva a Est, lo spostamento compiuto dal pianeta Saturno rispetto al riferimento "campione = zero" o orizzonte visibile), usato come base, e che fu preso durante l’Equinozio di Primavera di quell’anno 587bc.

E) La presenza, o osservazione di Giove non fu riferita nel primo rigo del reperto. In senso astronomico però, non può essere negata. Giove era nella costellazione dell’Ariete e fu possibilmente visibile al mattino del giorno 23 Aprile, sin dal suo sorgere a Est, e fu pure stimabile in 14 gradi angolari dal Sole e dalla stella Hamal dell’Ariete.

F) In modo "non usuale", al rigo Obverse sei, fu registrato lo speciale mese intercalare, aggiunto ad “iniziato38° anno del re. La mattina del suo primo giorno del suo primo mese dell’ordinario 38° anno del re.
La mancata visibilità della stella Hamal dell’Ariete, fu opportuno indice per consigliare al re di comandare di inserire un mese intercalare Addaru II.

Il primo giorno del primo mese del "regolare" 38° anno del re”, divenne in quel momentouguale” al primo giorno di un mese intercalare aggiunto “Addaru II”.
Per capire; [Il 38° anno di regno che sarebbe iniziato già dalla sera del 24 marzo, dal mattino di quel 25 marzo del 587bc, divenne un XII [II] (mese intercalare Addaru due (DIR SE).

G) Finito il mese intercalare aggiunto, la Luna, le Pleiadi e il Sole, al Novilunio, erano allineati in congiunzione di circa un grado vicini all’orizzonte visibile da Babilonia. Col tramonto del sole del giorno successivo al novilunio, il giorno 22 Aprile del 587 aev, ebbe inizio quindi “ufficialmente” il primo mese Nisannu del 38° anno di regno per Nabucodonosor II su Babilonia.

H) Un esatto mese lunare dopo, il 21 Maggio o primo giorno del secondo mese Ajaru, fu nuovamente osservata la posizione di Saturno in opposizione ai Pesci “AN GENNA ina IGI SIM-MAḪ”, per stimarne il suo lento spostamento, che fu misurabile con circa due gradi.
Saturno, infatti, era in recente fase di ritorno da un movimento retrogrado iniziato già dal Novembre del 588bc. Tale successiva posizione fu pertanto registrata nel rigo Obverse nove del VAT 4956.

I) Le posizioni astronomiche di Saturno (nella costellazione del Granchio) e di Giove (nella costellazione dell’Ariete), così registrate nel VAT 4956 per il 587 aev sono confermate, in senso astronomico, pure da un “GoalYear” di 59 anni, nell’anno nel quale ci fu l’eclisse di Luna del 646 aev (ed era la [vera] ascesa di Nabopolassar in Novembre).
Alla pari data di giorno e mese del 22 Aprile, Giove e Saturno erano similmente riposizionati rispetto alle stelle.
Si contano, infatti: 21 anni di regno per Nabopolassar + 38° anno di Nabucodonosor, come da VAT 4956, ovvero: 59 anni di tempo.

J) Anche tramite un GoalYear di 32 anni, partendo dalla posizione dei pianeti Marte e Venere, definita in senso astronomico nel BM 33066 al 523 aev, mentre Venere era in massima elongazione Ovest nei Gemelli, e Marte era, appunto, fra le corna del Toro, in pari data del 22 Aprile, i due pianeti erano in simili posizioni a distanza di 32 anni.
Mentre trascorsero altri 32 anni prima del 523bc, nel 555 aev (col primo anno di Nabonedo), essi erano, ancora, stessa posizione stellare di 32 anni prima.
Come lo erano, appunto, anche 32 anni prima del 555bc, il 22 Aprile del 587 aev, che era il primo giorno del primo mese del 38° anno di Nabucodonosor II).
In queste tre date (587bc, 555bc, 523bc) i due pianeti erano similmente posizionati fra le stelle; Venere, in massima elongazione Ovest nei Gemelli e Marte fra le corna del Toro.

K) Sempre in relazione al trentottesimo anno del regno di Nabucodonosor nel 587 aev inoltre, l’eclisse totale di Luna del 4/5 Luglio 587 aev, registrata in rigo Obverse 17 e 18 del VAT 4956, oltre essere stata preceduta da quella di 8 Gennaio del 587bc, era anche a distanza di un “Exeligmos” (o distante 54 anni e 33 giorni) da quella del [vero] 5° anno di Nabopolassar del 641 aev; (16 anni (21° - 5°) + 38° = 54 anni).

La registrazione di questa eclisse del 641bc, non sembra essere stata repertata, in quanto potrebbe essere stata molto probabilmente, depennata (e forse distrutta) anticamente, fra il 555bc e il 539bc, da Adda-guppì, durante il regno di Nabonedo.

Scusate se è "poco" come inizio della verifica astronomica del VAT 4956 stimato nella sua corretta datazione al 587 a.e.v. e durante il trentottesimo anno del regno di Nabucodonosor II su Babilonia.. [SM=g27989]

Tutto quanto sopra detto è dimostrato e spiegato maggiormente con le verifiche astronomiche e storico-Archeologiche che sono nel libro, appunto la parte Obverse (frontale) che sarà pubblicata in rete spero entro settembre.

monseppe2
[Edited by monseppe2 8/10/2022 8:34 AM]
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.
Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:03 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com