Rigo 10 frontale (obverse) del VAT 4956

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
monseppe2
00Wednesday, August 20, 2014 9:44 PM
Venere sorpassa Saturno. Mercurio sopra i Gemelli

11 diap_1



Nella prima parte della riga Obverse 10 del VAT 4956, ritrovo una conferma, per precisa corrispondenza di misura, col valore segnato di due dita di 10 minuti di grado cadauna registrato con: «2 SI».

La misura è fra due pianeti; Saturno, oggetto di osservazione sin dal primo giorno del mese, e Venere specificamente citato.
Venere, al momento del suo sorgere (ana), è registrato essere a Ovest (evidentemente di Saturno) mentre è sulla linea dell’orizzonte con esso ma standogli sotto di due dita (20’ di grado) mentre si muove (GIN, durante quei giorni) uscendo dalla costellazione del Granchio e andando verso quella del Leone.

Nella verifica mostrata in diapositiva/1, ci sono gli elaborati che illustrano suddetto movimento (GIN) di Venere durante quei giorni.

Giorno due (che è ovvio essendo seguente di giorno uno di rigo obverse 9), Vede venere sotto Saturno e a Ovest di esso appunto di 2 dita.

Giorno tre, citato nella riga obverse 10, mentre la Luna entra in Granchio, proveniente dai Gemelli, con Venere e Saturno che sorgono contemporaneamente.

Giorno quattro, ovviamente sottinteso, che vede la Luna con Saturno e Venere in congiunzione fra loro, mentre Saturno è ora 2 dita sotto a Venere (misura multipla?).

Giorno cinque, quando la Luna esce (È) dalla congiunzione Saturno-Venere per addentrarsi nella costellazione del Leone; Saturno è ora sotto a Venere di 4 dita. Le quattro istantanee dovrebbero illustrare bene il suddetto spostamento (GIN) di Venere.

Nella stima al 568bc per il diario assegnato al 37° di Nabucodonosor, da parte di Sachs e Hunger, per (AN) fu stimato Marte che in quei giorni stava passando per l’ammasso stellare M11 o Presepe della costellazione del Granchio ma NON essendo precisamente corrispondente come tempo di giorni.
La non corrispondenza con i precisi giorni registrati, rende decisamente dubbio che Marte sia stato il soggetto di tale osservazione.

Per il secondo giorno del secondo mese Ajaru, nel contesto temporale del 568bc, Sachs traduce i loghi:
«2 SI ŠÁR GIN» in:
«Giorno due, il vento del Nord soffia».
Ovviamente, non posso verificare in senso «astronomico» una tale traduzione.

Per ridondanza orbitale, nel 568bc, Venere è praticamente nella stessa posizione del 587bc, stando per uscire dal Granchio in quei giorni.
È però da solo, ed è difficile capire a chi sia riferito il suo essere a Ovest mentre esso sorge sulla linea dell’orizzonte.

Nel terzo giorno = 23 Maggio a pari tempo col 587bc (giustamente), nel 568bc nel Granchio e vicino a Venere è presente la luna, che rispetto a pari ora del 587bc è sotto di esso di 3 gradi misurati con lo stesso programma.

In questa situazione, si potrebbe interpretare che Venere sia appunto appena a Ovest della luna ma se si stima Venere che sorge (ana) o mentre è sulla linea dell’orizzonte, la luna sarebbe già tramontata, non permettendo di stimare la sua misura di (2 SI) che da Sachs è stimata essere uguale a 10 minuti di grado.
(Sachs suddivide il cubito di due gradi in 12 parti di 5 minuti di grado cadauna); insomma, ci sono dubbiose situazioni che non corrispondono bene come quelle che ho sopra illustrato per il 587bc.

Nella successiva dispositiva/3, è illustrato il decimo giorno registrato nella restante parte della riga.


monseppe2

monseppe2
00Wednesday, August 20, 2014 9:55 PM
diapositiva/2

11_diapositiva/2



Scusate se questa diapositiva/2 si presenta un poco «ingolfata».
Le informazioni inserite erano necessarie per il difficile quadro astronomico che è stato reso ancor più criptico dall’aspetto astrologico col quale fu registrato nel diario VAT 4956.

Il percorso compiuto dalla Luna, durante i giorni terzo, quarto e quinto descritti nel diario è ben illustrato dagli elaborati e la Luna è stata indentata con una freccia gialla per poterla seguire più facilmente nel suo spostamento durante quei giorni.

Vero è che il logo AN può essere riferito anche al pianeta Marte ma basilarmente, tale logo, ha significato di «dio» o «deità», oltre che al senso logico associabile di «cielo o di «alto (in senso più facilmente religioso)» che può avere.

Le verifiche fatte con RedShift6 sul movimento di Marte durante il secolare 568bc, non mi hanno dato risultati sufficientemente accettabili per prediligerne la traduzione col logo «AN».
Anche se in termini di gradi siamo su una discrepanza di circa un solo grado, in termini di «giorni», trattandosi di «osservazione», una differenza di circa due giorni non la ritengo accettabile, specialmente se sia in forse l’esatta datazione del reperto che si sta analizzando per la data del 568bc.

La foto inserita con il numero 4 in alto a destra, è più ingrandita delle altre per evidenziare l’uscita di Marte da Presepe durante il 7° giorno o 27 Maggio del 568bc, quindi con almeno 2 giorni di ritardo calcolati da RedSchift6.

Devo pure ricordare, che al fine di una precisa determinazione di uno specifico anno del periodo Neobabilonese, la posizione di Marte rispetto a «Presepe» è abbastanza aleatoria.

Il pianeta, ogni quasi due anni, passerà spesso molto vicino al Presepe o M11 a motivo del suo buon piano equatoriale col sole; il pianeta ha solo una piccola variante di uno-due gradi per l’inclinazione della sua orbita.

Diversamente, una congiunzione Luna Venere Saturno centrata sullo spostamento lunare di tre giorni e riferito al passaggio in uscita dai Gemelli, di entrata in Granchio e di uscita da esso (entrata in Leone), la ritengo decisamente più utile e determinante per identificare una precisa data (il 587bc in questo caso).

Dal momento che per i babilonesi il passaggio planetare o della luna da una costellazione all’altra, dal punto di visto astrologico, aveva grande importanza, trovandomi qui di fronte la Luna descritta in modo tale che stia passando fra tre costellazioni, i Gemelli, il Granchio e il Leone, incontrando pure una congiunzione fra due pianeti, devo considerarla decisamente significativa almeno in senso astronomico.

Con Word, la diapositiva.ppt può essere ingrandita in modo da poter vedere meglio i particolari delle foto più piccole qui inserite.

monseppe2

monseppe2
00Wednesday, August 20, 2014 10:05 PM
diapositiva/3

11 diapositiva_3



Se mai non bastassero tutte le conferme finora verificate, anche nell’elaborare la parte finale del rigo Obverse 10 del VAT4956, dove registra nel decimo giorno (o 30 Maggio) che Mercurio, a Ovest, era dietro ai (Grandi) Gemelli, si hanno certamente risultati migliori che non nel 568bc.

La foto in basso, quella del 29 Maggio che corrisponderebbe al nono giorno del secondo mese Ajaru, non è descritta nel diario ed è stata inserita con lo scopo preciso di «dimostrare» la posizione astronomica che Mercurio aveva il giorno precedente a quello registrato nel reperto astronomico.

Appunto. il pianeta era sotto ai grandi Gemelli, tramontando esso prima della stella Polluce, e assieme alla stella Castore.
L’elaborato illustrato dalla foto grande sopra, dovrebbe essere sufficientemente esaustivo al riguardo.

Una verifica fatta su pianeti, fra di loro o con una stella, è solitamente più attendibile di una che si riferisca (da sola) alla Luna.

Questo per il fatto che comunque, la Luna, ogni mese, percorre quasi l’intero zodiaco; pertanto, durante un anno, torna a passare per la stessa costellazione (o vicina alle stesse stelle) almeno 11 volte.
La dizione di «Mercurio all’Ovest», potrebbe anche essere, nel 587bc, riferita ai pianeti Saturno e Venere che stando più sopra, erano a Est rispetto a Mercurio mentre esso era dietro (nel senso che tramontava dopo) ai Grandi Gemelli.

I «Piccoli Gemelli» (suggeriti da Sachs) neppure nel 587bc sarebbero visibili a occhio nudo; neanche se fossero riferiti alla più luminosa stella Wasat

Comprendo che a volte, l’interpretazione esegetica delle osservazioni che sono registrate nel VAT 4956, richiedendo riferimenti di carattere religioso e/o astrologico, potrebbe essere poco accettabile per qualcuno.

Traslato però il senso religioso o superstizioso della registrazione, se ne evincono chiare posizioni astronomiche che rendono ben accettabili righe del diario VAT 4956 che, diversamente, sarebbero praticamente incomprensibili.

monseppe2

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:27 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com