00 1/21/2021 10:07 PM
Chiarimenti rispondendo a una domanda.

[QUOTE: 21/01/2021 13:32]Grazie Giuseppe

adesso mi è chiaro


------------------------------------------------------


Mi fa piacere... ma io non sono riuscito a spiegare bene. Ci riprovo.

1) La VERA osservazione del VAT 4956 fu nel 587/586bc che era il [vero] 38° anno del re Nabucodonosor II.

2) A motivo delle cause che ho riassunto sopra, gli archeologi e storici di oggi sono stati indotti a stimare l'osservazione del VAT 4956 ne diverso anno 568/567bc e durante il 37° anno di Nabucodonosor II.

3) Il tempo che separa le due osservazioni (587bc vero contro 568bc errato) è di 19 anni "solari (vuol dire anni interi, compiuti: Uno, due, tre) ovvero dalla loro fine (esempio... compleanni).

4) Quando sono contati gli anni di "regno" di un re babilonese, sono contati anni "ordinali" (1°, 2°, 3°) ovvero dal loro "inizio".

5) Quindi, dal 587bc al 568bc sono conteggiabili 20 anni ordinali (di regno) che sono uguali a 19 anni solari (astronomici)*.
*a complicare le cose, gli anni che passano in bc, sono contati in diminuzione: 587bc + 20 anni (solari) = 567bc.

6) Contando dal [vero] 587bc per il VAT 4956, 20 anni "solari" portano al 567bc. Infatti, 18° anno ora accreditato più 20 anni solari, portano a un 38° anno nel 567bc. Questo ha fatto accettare il VAT 4956 al 37° anno, e nel 568bc.

7) Furuli, valuta il VAT 4956 detraendo i 20 anni di differenza dalla data "del diario" che è stimata (errata) nel 568bc, ma li conta come "solari [interi]" e li applica al regno di Nabucodonosor che conta 20 anni [568bc - 20 = 588bc) di differenza, ma che sono anni "ordinali" [ovvero: 19 interi e uno appena iniziato).

Dove sta il "problema".

Il VAT 4956 è un diario "astronomico" e richiede rigorosamente che si conteggi per esso "solo" anni astronomici, (solari o "interi").

Gli anni dei re babilonesi, sono anni "ordinali" e l'errore sta nel conteggiare (20 anni) ordinali sulla differenza di un diario astronomico che conta anni "solari".

Ci sarà sempre un anno di differenza.

Quindi se voglio contare correttamente, 20 anni di regno [DEVO] conteggiare 19 anni per il VAT 4956.

Risultato:

Il "vero" avvistamento degli eventi astronomici del VAT 4956 fu nel [solare] anno astronomico 587bc.
Il "vero" anno di regno di Nabucodonosor, mentre fu "osservato il diario", era il 38° anno del suo regno.

Ora, "immagina" che Nabucodonosor II abbia il diario VAT 4956 in "tasca" (o addosso a lui) mentre è "osservato" ciò che vi fu scritto.

Se io volessi "spostare" di 20 anni la data del suo regno, iniziando dal 587bc (o suo 38° anno di regno), mentre il re ha "IN TASCA" il diario VAT 4956, converrai che sposterò anche quel diario degli stessi "20 anni"! non ti pare?

Quindi conto: 587bc 20 anni "DOPO", e arrivo al 567bc. Infatti, se fosse stato veramente il 18° suo anno, 20 anni "DOPO" il re sarebbe al suo 38° anno giusto?

[SM=g7422] Ma che cosa avrebbe "il re",,, in "TASCA" in quel suo 38° anno del 567bc? [SM=g7405] IL VAT 4956!

[SM=x1408438] Eppure "insistono" a dire che il "VAT 4956" fu osservato un anno prima, nel 568bc e mentre il re era al suo 37° anno...

Ma allora gli anni "spostati, (convieni) sarebbero 19 anni, e "NON" 20 anni giusto? Perché Nabucodonosor II ... [SM=x1408447] non si lascerebbe rubare il Diario dalla sua tasca! (non ti pare?).

Capisci ora perché anche Furuli fece lo stesso sbaglio?

Prese il "re" e il "diario VAT 4956" e li [ri]portò indietro di 20 anni... ma lui, (Furuli) vedeva ora il re nel suo 37° anno di regno.. e sposta così anche il diario di 20 anni solari invece che di 19 anni solari, arrivando al 588bc e "[giustamente]" riconoscendolo come il 37° anno del re (valutato da: 568bc° meno 20 = 588°), e quindi, "altri 20 anni prima", il re sarebbe nel 607bc e nel suo 18° anno di regno.
[588bc meno 20 = 608bc e 37° meno 20 = 17° anno).

Per questo WT considerò accettabile tale conclusione..
ma come vedi la cosa è ben più complessa e a me ci sono voluti 20 anni di seria ricerca per definirla completamente e un libro di 600 pagine per "dimostrarla". e in ogni caso mi è facile fare confusione nel cercare di spiegarla, tanto che è diventata "intricata"

Quindi, concludendo, Furuli, dicendo nel 588bc il 37° anno del re, dice giusto e in accordo con la bibbia per il 607bc come 18° anno, ma [mi dispiace [SM=g7556] ] sbaglia certamente nel dire che il Diario [che è in tasca al re] sarebbe stato "osservato nel 588bc. Per questo, non mi serve neppure "contestarlo" in modo astronomico.

Spero di aver dato informazioni migliori stavolta... [SM=x1408443] Hai!

monseppe2
--------------------------------------------------------------
Ricercatore indipendente.
--------------------------------------------------------------
La verità viene da Geova mediante la sua parola scritta.
Per comprenderla, occorre "luce".
La luce, se illumina un solo lato, lascia zone di ombra che restano nascoste. La verità resta la stessa, ma sarà incompleta.
Solo Geova può fare "luce" su "tutti" i suoi lati della Sua Verità.
Ascoltarlo, è vitale. Cercarlo, è saggio. Amarlo, è giusto.